il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bottone accoglie le istanze dei fisioterapisti salernitani: “Migliorare l’assistenza sanitaria sia in termini di accessibilità che di tempestività”

da Uff.Stampa Salvatore Bottone


Il candidato al consiglio regionale della Campania, nella lista del Partito Socialista Italiano, Salvatore Bottone, ha incontrato, nei giorni scorsi, il presidente della commissione d’albo dei fisioterapisti di Salerno che, raccolte le esigenze e le criticità dei professionisti che rappresenta, ha chiesto ai candidati al consiglio regionale di farsi portavoce delle loro istanze.

Bottone ha dichiarato, in merito: “Accolgo e faccio mio il documento presentato dalla categoria professionale dei fisioterapisti, indispensabili per l’assistenzialismo in ambito sanitario. Mi complimento, altresì per aver reso pubblico un impegno così importante. La sanità campana ha bisogno di idee di rilancio, affinchè si possa cooperare per poter perseguire gli obiettivi che la categoria si è prefissa”.

“In particolare – ha aggiunto Bottone – implementare la figura del “fisioterapista di comunità , realtà già esistente in altre regioni, attiverebbe una rete che comprende il Medico di Medicina Generale ed il Pediatra di Libera scelta,  e diventerebbe un ottimo metodo per poter intercettare tempestivamente i bisogni di tutte le famiglie migliorando l’assistenza sanitaria sia in termini di accessibilità che di tempestività”.

Questa è solo uno dei vari progetti che l’Ordine ha voluto attenzionare alla regione Campania.

 

“Avere dei professionisti del settore che propongano dei progetti, attraverso idee concrete – spiega Bottone – è certamente espressione di una buona sanità che va aiutata e sostenuta con le risorse delle quali possiamo disporre. Siamo tutti utenti della sanità campana, che vanta professionisti ed eccellenze di caratura mondiale. Abbiamo dunque l’obbligo morale – conclude Bottone –  di aiutare chi ci aiuta”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.