il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Covid al Ruggi: vogliono vestire la morta e giù botte da orbi !!

Da ufficio Stampa RUGGI

SALERNO – La Direzione Generale dell’AOU di Salerno condanna la grave aggressione subita dai propri operatori in servizio nella serata di ieri

Appare opportuno raccontare i gravi fatti avvenuti così come si evincono da una prima ricostruzione.

Nonostante le cure e  la necessaria assistenza ricevuta una anziana signora positiva al COVID, veniva a mancare mentre era in isolamento all’interno del Pronto Soccorso del Ruggi di Salerno.

I familiari della paziente, informati dell’evento luttuoso giungevano in tanti reagendo in maniera furibonda nei confronti dei medici, infermieri ed operatori in servizio che venivano più volte minacciati ed aggrediti anche fisicamente sia nei locali del Pronto Soccorso che della morgue, nonostante l’intervento dei carabinieri e del personale di vigilanza.

I numerosi aggressori hanno poi preteso e provveduto alla vestizione della paziente defunta,  violando il protocollo di sicurezza ed esponendo in tal modo, non solo se stessi, al rischio di contagio, rendendosi successivamente necessaria anche la sanificazione dei locali.

Per tali accadimenti si esprime la massima fiducia nelle istituzioni competenti (Prefettura,  Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri ed Autorità Giudiziaria), tanto che gli aggressori risulta siano stati prontamente identificati.

A tutti i nostri operatori e collaboratori che hanno subito questi vili e sconsiderati comportamenti, esprimiamo la massima vicinanza e solidarietà, esortandoli a perseverare nel proprio lavoro, esercitato a tutela della salute della popolazione, con il consueto spirito di servizio ed abnegazione, tanto più nell’attuale fase di grave emergenza sanitaria.

Salerno, 1 novembre 2020

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.