il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2021: la Salerno che vorrei … di Maurizio Basso

 

di MariaRosaria Argentino

 

Il dr. Maurizio Basso, candidato sindaco per Movimentiamoci insieme, con MariaRosaria Argentino

SALERNO – “La mia idea è quella di valorizzare la città di Salerno puntando su uno dei suoi punti forza: il turismo. Ripensare Salerno come una destinazione turistica all’avanguardia, capace non soltanto di offrire servizi efficienti ed innovativi, ma di far vivere esperienze uniche al visitatore che permettano di costruire un’ immagine di destinazione unica e distintiva in una logica di competizione territoriale. Le parole chiave sono “Innovare” e “Diversificare”, non dimenticando i valori tradizionali radicati nel territorio. L’obiettivo è dunque quello di costruire una chiara identità della città di Salerno attraverso la creazione di un “city brand” che identifichi chiaramente i principali valori del territorio, l’adozione e lo sviluppo di strumenti di comunicazione online e quindi un miglioramento del sito web, app e social media istituzionali (Istagram, Fb, Twitter ecc.)  dedicati all’offerta turistica di Salerno, in modo da promuovere il territorio attraverso un contatto diretto con i potenziali viaggiatori. Puntare poi sui collegamenti della città, in particolar modo l’obiettivo è quello di sviluppare un’ampia rete di collegamenti marittimi in modo da sfruttare la posizione strategica della città rispetto alle due costiere, l’Amalfitana e la Cilentana. In ottica esperienziale, l’obiettivo è quello di creare esperienze gastronomiche, culturali e ricreative che permettano alla città di Salerno di acquisire competitività.

Da studentessa, infine, mi piacerebbe rendere la città a misura di studente, ma soprattutto una città giovane e quindi puntare sulla nascita e dare appoggio alle associazioni ricreative per giovani.

Tutto questo sarà realizzabile grazie a Movimentiamoci di Maurizio Basso!”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.