il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Amatruda “Sull’emergenza ambientale i Sindaci della Valle dell’Irno abbiano più coraggio ed il Sindaco Napoli si svegli” I dati sono noti anche grazie al Comune di Pellezzano ed al Sindaco Morra. Ora azioni concrete

 

 

Da uff. stampa Amatruda

 

Il dr. Gaetano Amatruda, componente direttivo provinciale di Forza Italia e già portavoce dell'ex governatore della Campania Stefano Caldoro

“Sull’emergenza inquinamento i Sindaci di Baronissi, Fisciano, Mercato San Severino, Bracigliano, Calvanico e Siano abbiano più coraggio. Va bene stimolare la Regione Campania ma chiedere tavoli e commissioni, chiedere sostanzialmente audizioni, rischia di essere esercizio poco utile”. Così Gaetano Amatruda dell’Associazione ‘Andare Avanti’.

“I dati – ricorda Amatruda- sono noti, perché di un Istituto autorevole, e sono di dominio pubblico grazie anche alla tempestiva azione di Comuni come Pellezzano. Il sindaco Francesco Morra, con la sua maggioranza ed affiancando le associazioni, ha sempre fatto sentire la sua voce. Serve, ora, qualcosa di immediato e concreto”.

“Si lavori, dunque, partendo dalle attività di chi è già in campo, si guadagnerebbe tempo, e si lavori perché si senta anche la voce del Comune di Salerno che ha scelto la strada della colpevole distrazione. Il tema è anche e soprattutto della città di Salerno. Tutti – sottolinea il giornalista – hanno il dovere di stimolare azioni concrete. Per il Sindaco Napoli, probabilmente, è più importante assecondare la Regione che tutelare i salernitani”.

“Sulla salute dei cittadini, sul rischio malattie, non si deve attendere e non si deve, sarebbe peggio, lasciare spazio alla tattica” conclude Amatruda.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.