il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il 30 settembre 2021 si concluderanno i lavori della Commissione per la giustizia nel Mezzogiorno, istituita dalla ministra della Giustizia Marta Cartabia e dalla ministra per il Sud Mara Carfagna.

 

Dr. Pietro Cusati (giurista – giornalista)

On. Mara Carfagna, ministro per il sud

Roma , 8 agosto 2021. Azione di contrasto alle diseguaglianze Nord-Sud, si è tenuta giovedì 5 agosto 2021 , la prima riunione della Commissione interministeriale per la giustizia nel Mezzogiorno, istituita dalla ministra della Giustizia Marta Cartabia e dalla ministra per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna, il 14 maggio 2021, presieduta dalla dott.ssa Maria Rosaria Covelli, Capo dell’Ispettorato Generale,già Presidente del Tribunale di Viterbo.  ”Uno dei fattori più rilevanti del divario di cittadinanza  è la lunghezza dei tempi della giustizia civile, che incide sulla capacità del Mezzogiorno di attrarre investimenti ma anche sulla fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nello Stato”,ha detto la Ministra per il Sud Mara Carfagna, analoghe collaborazioni finalizzate a colmare le diseguaglianze territoriali sono state attivate con il ministero degli Esteri e con quello dell’Istruzione. “La missione affidata alla Commissione Giustizia  è raccogliere e finalizzare le segnalazioni sui problemi che spesso impediscono ai magistrati di dare risposte in tempi certi e rapidi ai cittadini, ma anche le buone pratiche dei distretti meridionali più efficienti”.La ministra della Giustizia  Marta  Cartabia nel saluto ai componenti della Commissione  ha specificato che: “Il problema dei tempi della giustizia va affrontato anche con progetti mirati, oltre alle riforme. Questa Commissione vuole essere un’occasione di ricognizione delle esigenze specifiche degli uffici giudiziari e delle buone pratiche esistenti in un’area strategica del Paese, fulcro degli investimenti del Pnrr. Si tratta di un tavolo di lavoro, composto da magistrati, dirigenti amministrativi, avvocati, docenti universitari, tecnici provenienti dal Mezzogiorno d’Italia, insieme a dirigenti del Ministero, che si occuperà dell’efficienza dell’amministrazione della giustizia civile”.Parlando dell’iniziativa la Guardasigilli ha ricordato  che essa costituisce: “Un’occasione aggiuntiva, per far compiere un salto di qualità al servizio giustizia.

Prof. Marta Cartabia. ministro della giustizia

Edilizia giudiziaria, digitalizzazione, organico: occorre andare a fondo delle necessità dei singoli distretti. Abbiamo bisogno dei migliori modelli organizzativi, per utilizzare al meglio le risorse del Pnrr. Il rilancio dell’intero Paese può partire dalle esigenze degli uffici giudiziari del Sud”. Un approccio operativo per mettere in grado la magistratura meridionale di esercitare al meglio il suo ruolo. Esistono problemi specifici legati alle caratteristiche dei territori che i due Ministri Cartabia per la giustizia e Carfagna per il Sud ,intendono  affrontare e risolvere  con la diffusione e valorizzazione delle buone pratiche, anche gli uffici giudiziari possono contribuire alla crescita economica di un territorio.  L’obiettivo della Commissione interministeriale consiste nel garantire, attraverso una giustizia più efficace ed efficiente, condizioni di legalità e sicurezza necessarie per favorire lo sviluppo delle aree del Mezzogiorno.La  Commissione è composta da vertici di uffici giudiziari del Sud, avvocati, professori universitari, operanti nel Mezzogiorno, e dirigenti ministeriali. La Commissione dovrà trasmettere ai ministri Carta e Carfagna una relazione sull’esito dei lavori svolti entro il 30 settembre 2021 e le proposte di interventi in materia di giustizia tributaria. Il termine può essere prorogato di due mesi,dietro motivata richiesta del Presidente della Commissione.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.