il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

E’ morta a 92 anni la storica annunciatrice per antonomasia della RAI Nicoletta Orsomando: ”Signore e signori buonasera”.

 

 

Dr.Pietro Cusati (giornalista)

E’ morta a 92 anni la storica annunciatrice e conduttrice Rai Nicoletta Orsomando,dal 1953 al 1993, era nata a Casapulla in Provincia di Caserta, l’11 gennaio del 1929.  Si è spenta in ospedale a Roma .Il suo primo annuncio televisivo il 22 ottobre del 1953 , la televisione cominciava le sue trasmissioni con lei. La prima ‘’signorina buonasera’’ che per 40 anni è entrata ogni giorno nelle  case degli Italiani: ‘‘Signore e signori buonasera”, con quel garbo ,sorriso e   gentilezza che l’hanno caratterizzata e che facevano parte di una tv  di una volta che ora purtroppo  non c’è più. Una delle annunciatrici più note della televisione italiana ,quelle che all’epoca venivano soprannominate le “signorine buonasera”. Nella sua carriera condusse anche diversi programmi, tra cui il Festival di Sanremo del 1957, e fece il suo ultimo annuncio il 28 dicembre del 1993.

Nicoletta Orsomando,all’anagrafe Nicolina,dal 1947 insignita Commendatore della Repubblica Italiana,volto sereno,la dizione perfetta,i modi gentili ed educati conquistò la simpatia dei telespettatori. Nel1955 Nicoletta Orsomando partecipò al film comico Piccola posta che vedeva come protagonisti Alberto Sordi e Franca Valeri .Apparve anche nel film Totò lascia o raddoppia? di Camillo Mastrocinque (1956), in una brevissima sequenza in cui aggiorna gli spettatori sulla sparizione del personaggio interpretato da Totò.Nei primi mesi del 2011 prese parte a Domenica in nel segmento Domenica in… Onda condotto da Lorella Cuccarini.

La presidente Rai, Marinella Soldi, e l’amministratore delegato, Carlo Fuortes ricordano , unendosi con tutta l’azienda al cordoglio dei familiari , una donna che ha lasciato un segno indelebile nella storia della televisione del nostro paese. A lei va la nostra profonda riconoscenza per aver ‘accolto’ giorno dopo giorno i telespettatori, facendoli sentire parte di una comunità. Un esempio al quale continuare a guardare nello spirito di una Rai che non dimentica le proprie radici, la propria missione e tutti coloro che, come Nicoletta Orsomando, ne hanno fatto la storia”. Pippo Baudo: “Se ne va un simbolo della Tv italiana” “E’ morto un simbolo della televisione italiana”. ”Lei ha fatto i primi annunci in tv , aggiunge lo storico conduttore, era colta, molto simpatica al pubblico. Un personaggio che ha avuto grande popolarità e grande stima”. Baudo ha poi raccontato un risvolto personale. ”Eravamo molto amici  ci siamo incontrati migliaia di volte: era molto semplice, non si era mai montata la testa”. Il Giornalista Bruno Vespa: “Era ambasciatrice di una Rai colta e raffinata” “Nicoletta Orsomando ha portato una ventata di signorilità in un Paese ancora contadino, un esempio per tutti noi sul modo di avvicinare il pubblico. Grazie Nicoletta’’.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.