il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sant’Arpino (Caserta) ha festeggiato il novantesimo compleanno del giornalista TV Antonio Lubrano, legato alla cittadina Casertana per essere il “Padre nobile di PulciNellaMente” e cittadino onorario.

da Pietro Cusati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sant’Arpino (Caserta)5 febbraio 2022.“Lubrano fa 90, Buon Compleanno Antonio”.L’Amministrazione Comunale di  Sant’Arpino (Caserta)ieri ha festeggiato il novantesimo compleanno del giornalista TV Antonio Lubrano, legato  alla cittadina Casertana per essere da oltre un decennio il “Padre nobile di PulciNellaMente” e cittadino onorario della comunità. Sui muri di Sant’Arpino è comparso  un manifesto augurale dedicato al giornalista  che ha fatto la storia della televisione italiana con programmi indimenticabili come Diogene e Mi manda Lubrano,quest’ultimo in particolare lo ha consacrato paladino dei diritti del cittadino, il primo difensore civico della TV. Antonio Lubrano  arrivò  per la prima volta a Sant’Arpino nel 2012 per un premio la Rassegna Nazionale di Teatro Scuola, Lubrano da allora collabora alla buona riuscita di un evento tra i più importanti della Campania. Ha contribuito alla crescita di PulciNellaMente e di conseguenza a far conoscere Sant’Arpino al di fuori dei confini regionali.Per questo nel 2018 fu insignito del titolo di cittadino onorario di Sant’Arpino. “Sant’Arpino , hanno detto il Sindaco Ernesto Di Mattia e l’Assessore alla Cultura Giovanni Maisto , vanta un concittadino prezioso e augura buon compleanno a una figura di grande rettitudine morale e di indiscusso spessore professionale, un esempio per tutti noi. Con gli amici di PulciNellaMente avevamo pensato ad un ciclo di appuntamenti per festeggiare Lubrano come merita, ma a causa della pandemia abbiamo dovuto rimandare. Nell’attesa di abbracciarlo di persona, a nome di tutta la Comunità gli auguriamo ogni bene”. “Sono anni che mi danno una certa serenità. Ho avuto una vita intensa, ricca di soddisfazioni”, ha detto Antonio Lubrano. “Il mondo della mia età non può che essere di memorie . Ma è soprattutto un mondo che ti predispone meglio nei confronti degli altri, di tutti coloro che ti circondano ma anche di quelli che appena conosci o con i quali entri in contatto per caso”.

Il giornalista Antonio Lubrano è nato a Procida (NA) nel 1932 ed ha lavorato a Milano, conduttore televisivo di successo, consacrato al grande pubblico con le  trasmissioni di Rai2 “Diogene” e di Rai 3 “Mi manda Lubrano” che gli hanno fatto conquistare il titolo di primo difensore civico della TV. I suoi interessi sono rivolti anche al teatro musicale,ha curato il longevo programma divulgativo di Rai1 intitolato “All’opera”; è stato attore co-protagonista nell’opera buffa “Il Socrate immaginario” (Teatro S.Carlo 2006, Teatro alla Scala 2007), ha scritto “Il buffo dell’opera”, spettacolo condotto da lui stesso sui migliori palchi di tutta Italia. E’ autore di romanzi, saggi e articoli di denuncia. Tra le sue pubblicazioni “Pronto Diogene? Quando la Tv è dalla parte del cittadino” (1990), “Tranelli d’Italia” (1994), “Pomeriggio di luglio” (2003, Premio Cimitile 2004), “Oh l’amore -Boccarriso” (2006), “Ci vorrebbe un’amica. La banca si offre”, “Falpalà. Favole per adulti” (2007).

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.