il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

I possibili rischi della polvere di talco.

da Dr. Alberto Di Muria

Padula-Da anni ci sono timori che l’uso del talco in polvere, soprattutto sui genitali, possa aumentare il rischio di cancro alle ovaie, ma le prove non sono unanimi e definitive, come ammette anche una organizzazione del settore, la charity Ovacome. Tutto è legato al talco, che nella sua forma naturale contiene l’asbesto (amianto), un minerale cancerogeno. Tuttavia dal 1970 è sul mercato il talco “asbestos-free” e anche gli studi su questo prodotto hanno fornito risultati contraddittori.
Un ampio studio americano condotto dalla Harvard Medical School e pubblicato nel 2010 aveva esaminato i dati relativi a più di 66mila partecipanti e pur evidenziando un lieve aumento del rischio per le donne in menopausa che avevano un uso prolungato di talco negli anni, indicava la necessità di condurre studi più approfonditi per verificare la correlazione.
Il talco è parte importante di numerosi prodotti cosmetici, tra i quali quelli per l’igiene femminile e le polveri per bambini, ma rende anche setoso il fard da applicare sul viso, così come la cipria e gli ombretti. E ancora, è utilizzato in molte creme fondotinta, viene aggiunto in diversi saponi per migliorarne la morbidezza e usato come eccipiente in prodotti farmaceutici. Ovviamente, gli studi effettuati nel corso degli anni sono stati molti e non si è mai arrivati alla conclusione che questi prodotti fossero pericolosi.
Quindi ci sono rischi nell’utilizzare il talco?
Come abbiamo visto, gli studi scientifici non hanno indicato il talco tra i possibili fattori di rischio per il tumore dell’ovaio ma per ragioni di precauzione gli esperti consigliano di evitarne l’uso a livello inguinale o genitale, non rilevando rischi legati al contatto cutaneo per altre parti del corpo.
Il borotalco fa male ai bambini?
Per rispondere a tale quesito citiamo l’Humanitas, che ha chiarito come usare tale prodotto in sicurezza. Ovvero ricorrendo alla sua forma liquida, che permette di evitarne la volontaria o involontaria inalazione. Il talco liquido, o il talco non talco, mantiene le stesse proprietà assorbenti della forma in polvere. Ciò premesso, è bene sottolineare come non sia indispensabile ricorrervi ad ogni cambio pannolino. E come sia intercambiabile con gli alternativi prodotti naturali già citati.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.