il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sport di tutti- Carceri Oltre le sbarre

da Uff. Stampa

 

 

Presentazione il 02.02.2024 alle ore 10.30 Presso Sala Convegni della Casa Circondariale di Salerno sita in via del Tonnazzo 1 SPORT DI TUTTI -

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Carceri” è un’iniziativa promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi attraverso il Dipartimento per lo Sport in collaborazione con Sport e Salute SpA, la società dello Stato per la promozione dello sport e dei corretti stili di vita. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività previste dai protocolli d’intesa sottoscritti con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (“DAP”) e con il Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità (“DGMC”). Il Progetto, che ha durata di 18 mesi, si propone di supportare le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche e gli Enti del Terzo Settore di ambito sportivo per promuovere la salute e il benessere psicofisico, facilitando il recupero dei detenuti attraverso lo sport quale strumento educativo e di prevenzione del disagio sociale e psicofisico, disviluppo e di inclusione sociale, di recupero e disocializzazione, di integrazione dei gruppi a rischio di emarginazione e delle minoranze. I temi d’intervento, che saranno sviluppati, sono: lo sport contro il disagio sociale ed economico, in particolare giovanile; lo sport come deterrente sociale contro il rischio criminalità; lo sport come strumento rieducativo per la popolazione detenuta. Nella progettazione è stata privilegiata la sinergia con altri soggetti e reti territoriali in linea con le tematiche affrontate e i target di riferimento come, ad esempio, soggetti del Terzo Settore, servizi sociali, Enti ospedalieri, Istituzioni scolastiche, universitarie, Servizi sociali, Comunità in carico al DGMC, Istituzioni, Istituti Penitenziari ecc. Alla presentazione del 2 Febbraio, interverranno: On. Piero De Luca Deputato Repubblica Italiana,On. Bruno Molea Presidente AICS Nazionale, dott.ssa Gabriella Niccoli Direttrice della Casa Circondariale A.Caputo e dott.ssa Francesca Merenda, Coordinatore regionale di Sport e Salute SpA con la moderazione del tavolo a cura di Marco De Luca, presidente dell’ASD Avantgarde Sport A.P.S., capofila del progetto. La società sportiva capofila del progetto – A.S.D. AVANTGARDE SPORT A.P.S. – porterà avanti un programma sportivo che prevede le seguenti attività per i detenuti adulti della Casa Circondariale “Antonio Caputo”: Body building, Calcio (a 7), Calcio (a 8), Ginnastica per Tutti, Pallavolo e attività formativa per detenuti. Il programma è delineato tenendo conto delle strutture e degli spazi a disposizione della casa circondariale e punta al coinvolgimento di 164 detenuti su 395 previsti secondo capienza massimale. Le discipline riguarderanno tutte le sezioni operative del carcere e saranno mirate a tre differenti tipologie di destinatari: detenuti comuni, detenute appartenenti alla sezione femminile e detenuti della sezione “alta sicurezza”. Il percorso formativo offerto dal progetto contribuisce ad attuare in concreto il fine rieducativo della pena prescritto dall’art. 27 della Costituzione, favorisce il reinserimento socio-lavorativo di soggetti spesso costretti all’emarginazione, promuove i valori etici, primo fra tutti quello dell’inclusione, e la cittadinanza attiva. Ruolo determinante svolgerà l’ASD Avantgarde Sport APS, affiancata dall’AICS con associazioni sue affiliate, la Società Benefit Virvelle da sempre sensibile verso le persone emarginate ed in difficoltà, l’ASD Ideatletica Aurora e l’ASD Scuola Taekwondo di Salerno dedite alla promozione di valori umani e sociali tramite la pratica sportiva. SPORT DI TUTTI – Carceri ha l’obiettivo di: • Promuovere, attraverso la pratica dell’attività sportiva, un percorso di sostegno nonché un’opportunità di recupero dei soggetti fragili inseriti in contesti difficili, maggiormente esposti a rischio di devianza ed emarginazione; • favorire la pratica dell’attività sportiva come strumento per migliorare la salute psico-fisica attraverso un sano e corretto stile di vita e sviluppare l’inclusione sociale; • fornire competenze di ambito sportivo, educativo e socio-psico-pedagogico al personale dell’amministrazione penitenziaria, ai detenuti e agli operatori sportivi dei Destinatari che operano in carcere; • supportare ASD/SSD e ETS di ambito sportivo proponenti, al fine disviluppare programmi di attività sportiva destinati alla popolazione detenuta adulta presso gli Istituti Penitenziari e ai minorenni che si trovano in custodia cautelare e pena detentiva presso gli Istituti Penali per i Minorenni (IPM), gli Uffici diservizio sociale per i minorenni, Centri diurni polifunzionali e la rete delle Comunità ministeriali e del privato sociale che collaborano con i Servizi minorili della Giustizia. Per ulteriori informazioni: ASD Avantgarde Sport APS presidente Marco De Luca -titolo P

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.