il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Cava: bonifica a Pregiato

Marilena Mascolo

A distanza di due giorni dall’incendio che ha mandato in fumo uno dei container all’interno dell’area prefabbricati di Pregiato e nonostante il Ferragosto sono stati già avviati nel giro di poche ore i lavori di pulitura e di bonifica della zona. L’Amministrazione comunale metelliana, come promesso ai residenti del campo quando all’atto dell’intervento di spegnimento dell’incendio era presente sul posto nelle persone del vicesindaco Luigi Napoli e degli assessori Alfonso Carleo e Vincenzo Passa, ha immediatamente messo in moto la macchina comunale dell’Ufficio tecnico che ha provveduto ad affidare la bonifica dell’area a una ditta specializzata, la Se.Ri. di Cava de’ Tirreni, centro di raccolta ecologica e trasporto rifiuti pericolosi e non. Tutto il materiale andato in fumo nell’incendio divampato nel pomeriggio di Ferragosto (poliuretano, pneumatici, lana vetro, plastica, eternit, ecc.) è stato prelevato dal sito, incapsulato e poi trasportato e smaltito in discariche autorizzate per la sua alta pericolosità. Soddisfazione è stata espressa dal vicesindaco Napoli e dall’assessore Carleo. “Pur in presenza di qualche provocazione e di qualche voce fuori dal coro che prova a strumentalizzare questo delicatissimo momento legato alle assegnazioni dei nuovi alloggi, debbo dire che il popolo dei prefabbricati ha apprezzato la rapidità del nostro intervento. Nonostante i giorni di festa grazie alla solerzia del nostro ufficio tecnico si è trovata la ditta giusta per ripulire tutta la zona e per eliminare i pericoli per i residenti. Nelle prossime ore sarà portato via anche quel mezzo pesante che staziona lì da tempo e sarà smantellato anche l’altro container. Nessuno avrebbe fatto più in fretta e meglio, come demagogicamente hanno voluto far credere i soliti sciacalli di turno. Per quanto riguarda la singolare provocazione di chi ha affidato a un manifesto, affisso in giro per la città, la storia trentennale dei campi container posso solo aggiungere- ha concluso il vicesindaco Luigi Napoli- che rimaniamo vicini a questo popolo che anela a una casa vera dopo decenni di lamiere ma rivendichiamo con forza che  mai è stato fatto tanto per questo popolo se non con la nostra Amministrazione: siamo quelli che hanno sbloccato i finanziamenti regionali, paralizzati in precedenza per il megabuco di bilancio, grazie al pressing del nostro consigliere regionale Giovanni Baldi, siamo quelli che hanno convinto una nuova ditta del Consorzio che si era aggiudicato l’appalto dei lavori a ereditare dal fallimento della precedente ditta i lavori e a riprenderli immediatamente,  accelerando così, e non paralizzandola, la consegna degli alloggi entro poco tempo. Dopo lustri e lustri di chiacchiere e immobilismo questa è azione, questo è il frutto dell’Amministrazione del fare”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.