il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

RAF INCANTA SASSANO CON IL SUO “BATTITO ANIMALE”

Michele D’Alessio

Raf, all’anagrafe Raffaele Riefoli, torna ad incantare il pubblico Salernitano, dopo il successo del 12 luglio a Bellizzi, (oltre 15 mila persone), stavolta  a Sassano, nella piccola frazione di Varco Notar Ercole, per i festeggiamenti della Madonna SS. Maria Pellegrina. Migliaia le persone che, (oltre 10 mila secondo gli organizzatori)  nella serata di Lunedì, hanno assistito l’esibizione di Raf, che con la sua musica ha scatenato l’entusiasmo dei tantissimi presenti. Il cantautore foggiano (Margherita di Savoia, 29 settembre 1959), ha aperto il concerto con il suo ultimo successo apripista, del nuovo album, dal titolo Numeri,  uscito il 10 maggio 2011 per la Sony BMG, a quasi tre anni di distanza dall’ultimo lavoro discografico, Un’emozione inaspettata. Il disco è subito balzato al primo posto delle vendite i-tunes, mentre nella classifica ufficiale FIMI dei dischi più venduti in Italia ha debuttato alla sesta posizione. Nel suo repertorio musicale, Raf parla dello scorrere del tempo e della capacità di trascorrere la vita con un’apertura d’animo che sia in grado di abbracciare tutto: gioia e dolore, bene e male.Durante il concerto Raf è stato accompagnato dalla sua band formata da Simone Papi (piano e tastiere), Diego Corradin (batteria), Cesare Chiodo(basso) e da Adriano Viterbini (chitarra). In un’ora e 40 minuti di concerto pop, l’artista salito sul palco, qualche minuto dopo le 22,30, regala alle migliaia di spettatori uno show mozzafiato, tirando fuori il battito animale dei presenti. Nelle quasi due ore di concerto si è passati dalla più propedeutica atmosfera da piano bar,  fino all’atmosfera adrenalinica da stadio. Sono stati proposti arrangiamenti più rock degli incisi originali in un’atmosfera scenografica altamente digitale, con un max schermo gigante che faceva da sfondo e su cui scorrevano video e immagini dell’artista  dei suoi 30 anni di carriera. Raf ha cantato e suonato, ripercorrendo in musica la sua carriera artistica, dalla famosissima  Self control del 1984, Gente di mare (con Umberto Tozzi) del 1987 , Inevitabile follia del 1988 Il sapore di un bacio, Svegliarsi un anno fa, Cosa resterà degli anni ’80Ti pretendo del 1989La battaglia del sesso, Sei la più bella del mondo anno di incisione  1995 Non è mai un errore del 2008 concludendo il concerto e salutando il pubblico e Sassano con cavallo di battaglia da discoteca Il battito animale del 1993.

 


 

 

 

1 Commento

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.