il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

LO SHOW DI CRISTINA D’AVENA CHIUDE LA GRANDE ESTATE TEGGIANESE

Michele D’Alessio

Teggiano – Martedì 30 Agosto, nello scenario medievale di Piazza San Cono, si chiude l’estate Teggianese, una folla di ragazzi e bambini accorsi per lo show di Cristina D’Avena, che avuto come coreografia scenica,  l’antico Seggio Comunale di Teggiano La cantante più amata  dai bambini ( ma al concerto c’erano anche adulti e anziani)  ha chiuso il ciclo  di appuntamenti e di eventi promossi dal Comune di Teggiano e dall’Istituzione Diano Città Medievale nell’ambito del progetto “Giacimenti culturali”.  Martedì sera, il borgo medievale di Teggiano, più famoso della Campania,  ha spalancato  le sue porte ai bambini, cambiando Teggiano, in una sorta di “paese dei balocchi”. Infatti fin dal  primo pomeriggio, i più piccoli hanno potuto  giocare  e partecipare  a spettacoli di vario genere. Poi,  a partire dalle ore 17.30 un  trenino speciale dipinto di mille colori, ha accompagnato  i bambini nel centro storico, percorrendo tutte le  frazioni,  Pantano, Prato Perillo, San Marco e Piedimonte. Un trenino particolare, che ha condotto  i bambini sin dentro all’isola del divertimento di Piazza San Cono dove i ragazzi del Forum dei giovani  avevano predisposto le diverse iniziative programmate, aspettando l’inizio del concerto  della cantante più amata e conosciuta dai bambini, Cristina D’Avena, dalle 21.30, che ha ripercorso i  25 anni della sua carriera, dal primo esordio avvenuto con lo zecchino d’oro, all’età di 4 anni, alle più famose sigle dei cartoni animati che ha accompagnato  la nostra infanzia e di tanti bambini, “I Puffi”, “Lady Oscar”, “Holly e Benji”, “Candy Candy”, “Pollon”, “Memole”, “Mila e Shiro” e tante altre ancora. “Abbiamo voluto dedicare un intero pomeriggio ai più piccoli – ha commentato  il sindaco di Teggiano, Michele Di Candia –  al fine di far conoscere loro, attraverso il gioco ed il divertimento, il ricco patrimonio artistico-architettonico del nostro centro storico. Un modo diverso, insomma, di promuovere il nostro borgo medievale”. A dover di cronaca, bisogna dire, che non abbiamo mai incontrata un’artista cosi  brava è disponibile, dopo le quasi due ore di concerto, Cristina ha incontrato i suoi fan per oltre un’ora, nonostante la stanchezza, ha firmato autografi e fatto foto e risposto a domande, ha accontentato davvero tutti, non tralasciando nessuno, al contrario di alcuni artisti di concerti passati, che sono scappati via senza nemmeno salutare, come dei ladri con un grasso malloppo.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.