il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Scuola: indignati contro i tagli e la scuola miseria

Trionfa la scuola-miseria: blocco di contratti e scatti a tutto il 2014, attaccati docenti inidonei e sostegno, migliaia di licenziamenti tra i precari docenti e atta, assunzioni in ruolo con il contagocce in cambio di diritti. Lunedi 5 settembre presidio in Piazza Amendola (davanti Prefettura) dalle ore 9.00 alle ore 21.00

 

La Campania, negli ultimi tre anni, risulta essere tra le Regioni più penalizzate dai tagli che hanno colpito tutti gli ordini di scuola; le nostre scuole sono al collasso economico e finanziario e rischiano di non poter aprire o saranno costrette a ridurre drasticamente le ore di lezione mentre migliaia di precari  ATA e docenti licenziati sono alla disperazione. I docenti di ruolo che hanno perso la titolarità sono stati  ridotti a tuttologi  e tappabuchi, utilizzati perfino sul sostegno senza titolo di specializzazione. Saranno come sempre gli studenti più deboli a pagare perchè l’attuale contesto scolastico non può più garantire interventi individualizzati e di recupero per gli alunni più lenti negli apprendimenti o portatori di disagi socio-economici: l’abbandono scolastico, che nella nostra Regione supera la media nazionale, rischia di aumentare sempre più e con le prevedibili conseguenze. La “riforma epocale” della scuola rivela oggi ancora più nettamente un piano di tagli economici sulla cultura e sul futuro di bambini e ragazzi,  tutto in vista della svendita dell’istruzione pubblica a favore di quella privata.

F.to: Comitato Insegnanti e Ata precari Salerno Cobas Scuola Salerno
Assoc. Genitori Alunni Disabili Salerno “Le strade per il futuro” Assoc. Diversabili “Insieme” Battipaglia Indignati Costa D’Amalfi Collettivo studentesco universitario Fisciano Radio Vostok  Cava dei Tirreni

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.