il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SALA C.: Arti, mestieri e usanze

Da Gianfranco Stabile

SALA CONSILINA – “Arte, Mestieri ed Usanze” torna a Sala Consilina per la sua 19esima edizione. Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 agosto prossimi, piazza Umberto I e le vie del centro storico saranno in festa, una festa medievale, per ripropone il passaggio dell’imperatore Carlo V d’Asburgo a Sala Consilina, datato  15 novembre 1535 nelle cronache di Costantino Gatta.  La 3 giorni offre un ricco calendario di eventi ed iniziative tese a rievocare i festeggiamenti e l’accoglienza dei Salesi all’imperatore del Sacro Romano Impero. Teatranti, giocolieri e artisti di strada, falconieri, maestri di arti antiche – civili e belliche – ed oltre 200 figuranti in pregiati e ricercati abiti d’epoca riceveranno Carlo V con un lauto banchetto a base di piatti tipici della tradizione locale. A fare da cornice i palazzi nobiliari, le antiche chiese, e le strette viuzze di uno del centro storico più vasto del Vallo di Diano. Il punto di partenza e la base di tutti i principali spettacoli sarà la centralissima piazza Umberto I. Di lì il corteo storico, formatosi con l’arrivo delle 4 casate nobili del tempo provenienti da diversi punti della città, partirà al seguito dell’imperatore per una visita al centro storico. Lungo il percorso ci saranno la Fiera dei Mestieri, il Vicolo degli Artisti, il Vicolo dei Giostrai, il Vicolo della Perdizione ed il Vicolo delle Streghe. Lungo la via sarà possibile apprezzare la chiesa di Santo Stefano, Palazzo Vairo, la chiesa di Sant’Eustachio, la splendida Grancia e Cappella Bigotti. Molte di queste bellezze sono aperte al pubblico solo in questo periodo dell’anno, in occasione di “Arte, Mestieri ed Usanze”.  Gli spettacoli si terranno tutte e 3 le serate con inizio alle 17 e conclusione a notte inoltrata. Tra questi la Falconeria “De Arte Venandi” di Melfi. I Musici dell’associazione “Aquila Altera” e dell’associazione “Clamor et Gaudium” di Udine. Gli Sbandieratori dei “7 Rioni di Roma”. Il Fachirismo dell’associazione “Brancaleone di Barletta”. I trombonieri dell’associazione “Borgo Scacciaventi” di Cava de’ Tirreni.  Dopo l’inizio di venerdì 3, sabato 4 è previsto poco prima delle 19 l’arrivo di Carlo V in piazza Umberto I. Ad interpretarlo sarà, Michele Santoriello, presidente onorario dell’associazione ed assessore al Comune di Sala. Rispetto a venerdì la programmazione sarà arricchita con il “torneo dei campioni dei 4 Casali” cui seguirà la “Giostra degli Anelli”. Dopo il tour per il centro storico di Carlo V e del corteo, si prosegue dalle 22 con lo spettacolo teatrale “La Strega Angelella” della compagnia teatrale “La Cantina delle Arti” di Enzo D’Arco (anche venerdì). Un’ora dopo sarà la volta dello spettacolo di acrobati col fuoco dell’associazione “Circateatro di Urbino” cui seguirà la chiusura della festa rinascimentale con Balli, musici e giocolieri fino a tarda notte. Domenica si chiude con lo stesso programma del giorno precedente ma, questa volta, ad interpretare Carlo V sarà Danilo Bruglia, attore interprete di alcune delle più amate fiction di Rai Uno degli ultimi anni: “Rossella”, “Il Generale dei Briganti”. Ad organizzare il tutto, come sempre meticolosamente, è l’associazione culturale salese “Arte & Mestieri Diego Gatta” di Sala Consilina.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.