il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Galderisi: “Basta chiacchiere, servono i tre punti”

Fabio Gioia

Nella consueta conferenza stampa pre partita, mister Galderisi, forse anche con il timore che la gara contro l’Aversa Normanna sia diventata già l’ultima spiaggia per la sua avventura in granata, cerca di motivare da lontano i suoi, per vedere una Salernitana più cinica rispetto quella vista nelle prime due gare di campionato.“Domani dovrà sicuramente iniziare un nuovo campionato. Occorre ripartire forti, concreti e convinti di quello che facciamo. Sono concentratissimo e so benissimo quanto sudore dal 20 luglio io e i miei ragazzi abbiamo messo in campo. Siamo arrabbiati per gli errori commessi e pronti a riprenderci quello che è nostro. Basta chiacchiere, servono i tre punti”.Galderisi risponde anche a chi è preoccupato sul fatto che il morale della squadra, dopo questa partenza flop della squadra, possa essere calato: “Sono tanti anni che faccio calcio e l’aria dello spogliatoio non dipende dalla domenica precedente ma da come si è e da come si lavora. Nei momenti di difficoltà ci vuole più attenzione e più voglia di mettersi a disposizione per migliorarsi. Noi ci siamo, abbiamo lavorato tanto e siamo convinti che domani inizierà un campionato diverso. Nei momenti di difficoltà l’identità di una squadra deve basarsi su quanto di buono è stato fatto. L’attenzione individuale e la lettura generale di un reparto deve essere migliore in certe circostanze. Dobbiamo aiutarci di più, essere più cattivi nel chiudere, più bravi nel gestire e magari tirar fuori un po’ di entusiasmo e un po’ di allegria anche se il sorriso dobbiamo guadagnarcelo attraverso il lavoro che facciamo tutti i giorni”.Galderisi si sofferma anche sul Mancini, che è in ballottaggio per un posto da titolare, ma il mister di Fratte non si sbilancia: “Mancini ha svolto una settimana di allenamenti con grande intensità e anche se i minuti nelle sue gambe non sono tanti stiamo parlando di un giocatore che può comunque assicurare grande qualità. Cercherò di usarlo nel modo migliore perché ritengo che le sue qualità possano fare la differenza”.Sull’avversario invece: “L’Aversa è una squadra rognosa: si difendono molto bene centralmente e hanno una buona compattezza di gioco, dei buoni esterni e attaccanti molto bravi. Cercheranno sicuramente di chiudere gli spazi e di ripartire per farci male. Dal canto nostro abbiamo tutti la voglia di riscattare le due sconfitte e di iniziare a far bene a partire da domani”.Tutti i tifosi sperano che domani inizi davvero un nuovo campionato per la Salernitana, perché l’obiettivo non può essere cambiato in corsa, ma deve rimanere sempre quello prefissato a luglio, essere promossi direttamente in prima divisione.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.