il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

MOVIDA: a Cava è da rifare

 

Da Adriano Mongiello
CAVA de’ TIRRENI – Enrico Bastolla, candidato alle primarie PD, avanza la seguente proposta per correggere la Movida: “”La mia proposta: sì alla movida, ma con regole certe e decoro. Sin da subito attivare un tavolo di concertazione e democrazia partecipata con i comitati cittadini e gestori dei locali per aprire un confronto per arginare la deregulation estiva e gli eccessi della movida fracassona, invocando sin  da subito un cambio di rotta: rispetto della città e delle regole. Tutto questo per riconsegnare “vivibilità e decoro” alla città, attraverso intendimenti condivisi, focalizzando l’attenzione sul nodo della maleducazione dei giovani , da regolamentare. Perché il concetto di base, non è mandare via i giovani e la movida, ma navigare in regole certe e attuate con controlli specifici per contenere gli eccessi e garantire alla città di non essere oltraggiata e abusata senza inibizioni. Non sono più tollerabili i bivacchi di ogni tipo, schiamazzi, eccessi di alcol e droghe e occupazioni selvagge. Ci deve essere da parte di tutti gli attori un cambio di rotta, un richiamo alla dignità e al senso civico. Le varie soluzioni devono essere concordate e partecipate da tutti, l’Amministrazione comunale ha solo il dovere di vigilare e restituire tranquillità ad una zona che per anni , sotto la guida di Marco Galdi, è stata messa in evidenza dalle cronache più per i suoi disordini che per la sua bellezza naturale. In sintesi la movida deve diventare centro attrattivo per i giovani, ma con regole certe””.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.