il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il Vangelo ha la forza di cambiare la vita, cambiare il cuore!

Da Luca Roncolato

ROMA – Nella riflessione antecedente la recita dell’Angelus di oggi, domenica 1 febbraio 2015, Papa Francesco, prendendo spunto dalle Letture del giorno (Mc 1,21-28), ha parlato della differenza fondamentale tra le nostre parole, spesso vuote, e la Parola di Dio, che è una parola “che realizza ciò che dice“.

È per questo che la gente di Cafarnao percepisce “autorità” nel modo di insegnare di Gesù: “nelle parole umane di Gesù si sentiva tutta la forza della Parola di Dio, si sentiva l’autorevolezza stessa di Dio, ispiratore delle Sacre Scritture“, ha spiegato Bergoglio, “E una delle caratteristiche della Parola di Dio è che realizza ciò che dice. Perché la Parola di Dio corrisponde alla sua volontà“.

La Parola di Dio, quindi, si contrappone alle parole umane, usate dagli scribi, che, come molto spesso facciamo anche noi oggi, usavano “parole vuote, senza radice o parole superflue, parole che non corrispondono alla verità“.

A conferma di ciò, “Gesù, dopo aver predicato, dimostra subito la sua autorità liberando un uomo, presente nella sinagoga, che era posseduto dal demonio“, ha aggiunto il Vescovo di Roma, “Con la sola forza della sua parola, Gesù libera la persona dal maligno. E ancora una volta i presenti rimangono stupiti: «Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La Parola di Dio crea in noi lo stupore. Possiede la forza di farci stupire“.

È proprio questo l’insegnamento delle Letture di oggi: “il Vangelo è parola di vita: non opprime le persone, al contrario, libera quanti sono schiavi di tanti spiriti malvagi di questo mondo: lo spirito della vanità, l’attaccamento al denaro, l’orgoglio, la sensualità… – ha concluso Papa Francesco – Il Vangelo cambia il cuore, cambia la vita, trasforma le inclinazioni al male in propositi di bene. Il Vangelo è capace di cambiare le persone!

Nessun cristiano, laici inclusi, è escludo dal compito che gli è affidato, che è quello di diffondere “ovunque la forza redentrice, diventando missionari e araldi della Parola di Dio.

“Ricordatevi sempre che il Vangelo ha la forza di cambiare la vita! Non dimenticatevi di questo. Esso è la Buona Novella, che ci trasforma solo quando ci lasciamo trasformare da essa. Ecco perché vi chiedo sempre di avere un quotidiano contatto col Vangelo, di leggerlo ogni giorno, un brano, un passo, di meditarlo e anche portarlo con voi ovunque: in tasca, nella borsa… Cioè di nutrirsi ogni giorno da questa fonte inesauribile di salvezza. Non dimenticatevi! Leggete un passo del Vangelo ogni giorno. È la forza che ci cambia, che ci trasforma: cambia la vita, cambia il cuore”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.