il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

A Salerno un nuovo modo di intendere l’aperitivo: IL CAICCO

Giovanna Naddeo
SALERNO – Che si tratti della stagione estiva o invernale, è abitudine ormai radicata in quasi tutto il mondo consumare l’aperitivo prima della cena.
Fin dall’antichità, molti popoli, primi tra tutti i Romani, facevano precedere la cena da una bevanda più o meno alcolica, accompagnata da qualche stuzzichino, per stimolare la fame. Ma l’aperitivo era, ed è oggigiorno, anche un momento di incontro, utile per socializzare e per rilassarsi dopo un’intensa giornata di lavoro.
E ancora oggi si è soliti consumare bevande più o meno alcoliche (Martini, Spritz, Sanpellegrino, soft drinks…), accompagnati da tartine e snacks.
Ed ecco qui la novità: un locale salernitano di recente apertura ne ha ideato un’originale variante, fondendo il classico aperitivo “alla milanese” con i tipici prodotti nostrani. Tutto questo accade a “Il Caicco”.
L’ “Apericena” elaborata da “Il Caicco” (presentata anche all’Expo 2015 di Rho Fiera Milano nel padiglione Campania) è la sintesi perfetta tra nouvelle cousine e tradizione casereccia, eleganza e sapore, freschezza e genuinità, innovazione e qualità: piatti mediterranei, realizzati con prodotti DOP e IGP, tipici della cucina campana, e pescato fresco di giornata, sono accompagnati da ottimi vini locali consigliati da esperti barmen.
Ai fornelli il talentuoso Gianluca Palmieri, chef formatosi all’Etoile Academy e con un’ampia esperienza alla spalle in ristoranti stellati.
Anche l’arredamento del locale, estremamente curato nei minimi dettagli, rimanda ai prodotti del nostro territorio, in primis la ceramica vietrese. Del resto, “Il Caicco” prende il nome da una classica imbarcazione turca, originariamente usata per la pesca e il trasporto, in seguito trasformata in comoda imbarcazione da diporto.
Già nel nome, quindi, “Il Caicco” è promessa di un comodo viaggio alla ricerca di nuovi sapori e antiche tradizioni.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.