il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

BMTA: La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico e Archeo lanciano la seconda edizione dell’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, l’unico premio al mondo dedicato alle più significative scoperte archeologiche

Da Leader Comunicazione srl

ROMA – Dopo la presentazione alla Bit di Milano della XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (Paestum, 27-30 ottobre 2016) e del nuovo logo del Parco Archeologico di Paestum con il Ministro Dario Franceschini e l’incontro a Roma con il Direttore Generale Unesco Irina Bokova, è lanciata ufficialmente oggi la seconda edizione dell’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”. La BMTA e Archeo, la prima testata archeologica italiana che nel 2015 ha celebrato l’anniversario dei 30 anni, hanno inteso dare il giusto tributo alle scoperte archeologiche attraverso un Premio annuale assegnato in collaborazione con le testate internazionali, tradizionali media partner della Borsa: Current Archaeology (Regno Unito), Antike Welt (Germania), Dossiers d’Archéologie (Francia), Archäologie der Schweiz (Svizzera).
Il Premio, intitolato a Khaled al-Asaad, il Direttore del sito di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale, è l’unico riconoscimento a livello mondialededicato al mondo dell’archeologia e in particolare ai suoi protagonisti, gli archeologi, che con sacrificio, dedizione, competenza e ricerca scientifica affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio. Il Direttore della Borsa Ugo Picarelli e il Direttore di Archeo Andreas Steiner hanno condiviso questo cammino in comune, consapevoli che “le civiltà e le culture del passato e le loro relazioni con l’ambiente circostante assumono oggi sempre più un’importanza legata alla riscoperta delle identità, in una società globale che disperde sempre più i suoi valori”. Il Premio, dunque, si caratterizza per divulgare uno scambio di esperienze, rappresentato dalle scoperte internazionali, anche come buona prassi di dialogo interculturale e cooperazione tra i popoli.
Il Premio sarà assegnato alla scoperta archeologica prima classificata, secondo le segnalazioni ricevute da ciascuna testata, che indicherà cinque scoperte in ordine di preferenza, tutte avvenute nell’anno precedente. La somma delle indicazioni di ogni testata determinerà l’assegnazione del riconoscimento. Inoltre, sarà attribuito uno “Special Award” alla scoperta, tra le prime cinque classificate, che avrà ricevuto il maggior consenso dal grande pubblico attraverso la pagina Facebook della Borsa (www.facebook.com/borsamediterraneaturismoarcheologico) nel periodo 1 luglio – 30 settembre. I Premi saranno consegnati a Paestum venerdì 28 ottobre alla presenza dei Direttori delle testate che intervisteranno i protagonisti.

1 Commento

  1. Trovo davvero encomiabile il ripetersi annuale di questa meritoria manifestazione che ha l’intento di valorizzare e perpetuare la conoscenza delle grandi opere del passato tramandateci dai nostri antenati in tutte le aree del mondo. Particolare valenza assume in questo ambito l’assegnazione del premio intitolato al nome di un grande archeologo, che ha onorato il suo amore per l’arte antica fino all’estremo sacrificio della vita.
    Sorprende che la presentazione effettuata al BIT di Milano non abbia avuto il dovuto rilievo sulla grande stampa.
    Mi riferisco al Corriere della Sera. Non leggo l’edizione on line, ma sicuramente su quella cartacea non è apparsa finora alcuna notizia in merito. Eppure, ben due suoi vice-direttori sono campani e di questi uno è proprio salernitano.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.