il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANITA’: open day, prevenzione primavera

 

Da Cinzia Ugatti

SALERNO – Grande successo ha ottenuto l’Open Day di sabato 18 marzo dove numerose donne hanno aderito all’iniziativa organizzata dalla S.S.D. Accoglienza – URP di questa A.O.U. finalizzata alla prevenzione delle patologie del seno sottoponendosi al percorso diagnostico presso la Brest Unit del plesso Ruggi. Un momento molto importante che rientra nel più ampio progetto “Prevenzione Primavera”, che terminerà a maggio, nel giorno della festa della mamma, con una grande manifestazione in piazza Cavour. Sabato 18, sin dalle ore 8.00, un cospicuo numero di donne si è presentato dinanzi la Brest Unit per poter accedere alle visite gratuite e, a fine giornata, sono stati registrati numeri importanti: 

 Visite Senologiche: Dr.ssa Maria Lamberti, Dr. Gerardo Siano numero visite: 61 Diagnostica Senologica: Rx mammografia e/o Ecografia mammaria Dr.ssa Maria Rosaria Argenzio  numero visite: 300 (le prenotazioni sono state spalmate nei mesi di marzo – aprile) 

 Visite nutrizionistiche: Dott.ssa Annalisa Giordano, Dott.ssa Lucrezia Lucchese;  numero visite: 11

  Counseling Psicologico: Dott.ssa Sabina D’Amato, Dott.ssa Graziella Allevi

  Nell’ambito della giornata di prevenzione il Servizio di Psicologia ha effettuato attività di accoglienza e di orientamento delle Pazienti, al fine di favorire un approccio sereno al momento diagnostico. Attenzione, vicinanza ed ascolto alla donna per favorire il processo di fidelizzazione con il nostro ospedale.

Questa mattina, invece, lAssociazione Inner Wheel di Salerno, presieduta dall’avvocato Nunzia D’Aniello Mirra, con una cerimonia svoltasi nella sala Trotula de Ruggiero alla presenza del Direttore Generale Nicola Cantone e del prof.  Stefano Pepe, primario del reparto di oncologia, ha fatto dono all’A.O.U. di sei cuffie termiche, strumento utilissimo per le donne che devono sottoporsi a particolari terapie.

Le Cuffie Termiche permettono di prevenire la caduta dei capelli, per pazienti affetti da cancro e trattati con chemioterapia contenente “doxorubic in” grazie ad un sistema di raffreddamento, il tutto grazie a un meccanismo tanto semplice quanto efficace. La perdita dei capelli a seguito dei trattamenti di chemioterapia si verifica a causa dell’atrofia parziale o totale della radice del bulbo pilifero, “attaccato” dal farmaco. La cuffia porta la temperatura del cuoio capelluto a meno quattro gradi, producendo una sensibile riduzione del flusso di sangue ai follicoli piliferi e preservandoli dalla distruzione.

Le cuffie sono state affidate al reparto di Oncologia diretto dal Professor Pepe, ma sono a disposizione di tutti i reparti dell’Azienda.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.