il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

COMUNI: grazie a De Luca dovete tirare la cinghia … parola di Gambino !!

La redazione

 

NAPOLI – <Il tanto decantato Fondo di rotazione per le “progettazioni dei Comuni”, che, secondo il governatore De Luca avrebbe dovuto accelerare le progettazioni esecutive dei Comuni e quindi la cantierabilità delle opere, è ancora fermo al palo- dichiara il Consigliere Regionale Gambino- nonostante siano trascorsi quasi quattro mesi dalla definizione della graduatoria dei progetti ammessi ed i comuni campani siano ancora in attesa di sapere se possono avviare le attività di competenza.

Ovviamente tanto non è, però, per il Comune di Salerno che, con il Decreto Dirigenziale n. 20 del 21 Aprile 2017, si è visto attribuire – primo comune regionale – un finanziamento per €730.438,12 riferito ad un progetto collocato al n. 187 della graduatoria definitiva approvata con DD n 2 del 18 Gennaio 2017.

Peccato, però, che, per la fretta di soddisfare le esigenze del solo comune di residenza del Governatore, i competenti uffici regionali non solo hanno scavalcato 186 progetti collocati in graduatoria prima di questo progetto ma hanno, addirittura, adottato un Decreto dirigenziale sbagliando l’indicazione del beneficiario, dell’oggetto del progetto e dell’importo finanziato che, quindi, diverge dal Comune di Salerno indicato come beneficiario nella convenzione approvata con lo stesso Decreto.

Peccato, poi, che dalla convenzione sia sparita anche la clausola riferita “all’obbligo di presentazione di polizza fideiussoria a garanzia della restituzione del finanziamento concesso”.

Il Gruppo Consiliare regionale FDI- conclude il Presidente Gambino- denuncia l’ennesimo scempio del governo di De Luca e del PD e ribadisce il suo quotidiano impegno teso a far sì che il governatore la smetta di curare solo ed esclusivamente gli interessi del Comune di Salerno e di stravolgere – per raggiungere tale scopo – regole e procedure. Il Fondo di rotazione “progettazioni” è indispensabile per consentire ai comuni di far fronte alle carenze che sono costretti a registrare per mancanza di risorse proprie. Le loro esigenze vanno garantite e tutelate come e più dello stesso Comune di Salerno>

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.