il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Valle delle Orchidee: black out per maltempo, rinvio all’11 giugno

Maddalena Mascolo

SASSANO – Era tutto pronto per la giornate delle meraviglie nel paesaggio incantato della “Valle delle Orchidee” in località Gravola di Sassano. Annunciata e promozionata in tutti i modi si stava avvicinando come una giornata storica a difesa della natura nel pieno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Oltretutto doveva essere la prima volta con il sindaco di Sassano, Tommaso Pellegrino, anche nella sua nuova veste di presidente del Parco. A rovinare la festa, invece, ci ha pensato giove pluvio che ha condizionato la manifestazione inducendo gli organizzatori a rinviarla per il prossimo 11 giugno 2017, sempre di domenica. La XIX edizione della festa delle orchidee selvatiche si terrà comunque anche se con po’ di ritardo per colpa delle condizioni climatiche. Forse il prossimo 11 giugno la festa sarà ancora più bella, più assolata e più partecipata; in definitiva la natura può essere difesa anche in momenti diversi da quelli previsti e gli osservatori ed appassionati di montagna potranno gustare ancora di più la ricerca e la scoperta delle moltissime specie naturali delle orchidee selvatiche che fra quindici giorni saranno presenti in numero sicuramente minore rispetto al mese di maggio che è il mese in cui fioriscono spontaneamente a migliaia.
Nell’attesa dell’appuntamento è anche giusto e necessario capire e sapere cosa sono le orchidee selvatiche; per farlo è’ sufficiente andare sul sito di Walking Trekking per apprendere che: “”Le orchidee di Sassano fioriscono da aprile a giugno, e alcune varietà mantengono la fioritura addirittura fino a luglio; nel mese di maggio si svolge la tradizionale Festa delle Orchidee con visite guidate gratuite, degustazioni di prodotti tipici, spettacoli musicali e folcloristici organizzati dal comune di Sassano e aperti a tutti. L’itinerario trekking che conduce a questa splendida valle parte dalla fontana con tre mascheroni in pietra nel centro storico di Sassano: inizia da quota 501 metri e termina a quota 1175 dopo aver attraversato cinque stazioni di osservazioni di orchidee. Dalla fontana si prende la strada in salita in direzione della chiesa di S. Michele ed oltrepassato il medievale Ponte del Peglio, presso la frazione omonima, si prosegue fino ad arrivare al Campo di Gravola e continuare, attraversando varie stazioni (Affunnaturo, Coddate di Filano, Valtasso e Pietralieddo) nell’area del Campi di Filano, per giungere alla Piscina del Brigante. Questo walking tour si svolge in uno straordinario scenario naturalistico, tra flora e fauna, ovvero tra orchidee, fiori, arbusti e alberi, in particolare faggi e betulle bianche dell’Appennino Meridionale, queste ultime risalenti all’ultima glaciazione, e tra animali allo stato brado e avvistamenti, se fortunati, dell’aquila reale””.
Per tutti il consiglio è quello di presentarsi, domenica 11 giugno 2017, in abbigliamento sportivo e muniti di scarpe da trekking leggero o da ginnastica, di un antipioggia, di un’apposita borraccia piena di acqua potabile e, naturalmente, di macchina fotografica per immortalare le bellezze naturali di una valle che rimarrà indelebile nel vostro ricordo.
Non mancheranno, come già previsto, giochi, musica ed escursioni nell’attesa di assaporare il gusto e il sapore delle specialità gastronomiche locali.
Appuntamento, quindi, dalle ore 10.00 di domenica 11 giugno prossimo.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.