il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Grotte di Castelcivita, riapre il cantiere della Fondovalle Calore

 

La redazione

CASTELCIVITA – Al via i lavori del primo stralcio per il completamento della Fondovalle Calore. Presenti ieri mattina alla riapertura del cantiere, fermo da diversi anni, il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, il Presidente della Comunità Montana degli Alburni, Donato Cervino, numerosi Sindaci e Amministratori della zona, nonché il responsabile del procedimento, dott. Domenico Ranesi, e i rappresentanti dell’impresa esecutrice Franco Giuseppe srl di Roccella Jonica. L’opera è stata finanziata con fondi della Regione (9.220.711,34 euro) e della Provincia (un milione di euro), per un importo complessivo di 10.220.711,34 euro.

Un’opera viaria progettata nel lontano 1989 e definita più volte strategica ma rimasta eterna incompiuta, al centro anche di un’inchiesta della magistratura agli inizi degli anni ’90. Il primo lotto prevede il collegamento tra i Comuni di Castelcivita ed Aquara.

La Fondovalle Calore rappresenta un’infrastruttura strategica per il territorio a sud di Salerno in quanto costituisce un asse stradale a scorrimento veloce che agevola il collegamento tra le aree interne del Cilento e la Valle del Sele.

Nel corso della conferenza stampa, il presidente della Provincia Canfora ha annunciato che è stata completata la gara d’appalto per i lavori della SP 488 Castelcivita-Roccadaspide, mentre entro il 31 luglio saranno aperte le buste per i lavori della SP 44 Aquara-Ottati. Infine, per quanto riguarda l’annosa questione del masso di Aquara, è pronto il progetto definitivo di messa in sicurezza del costone roccioso.

 

Salerno, 19 luglio 2017

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.