il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Certosa di Padula: spesi 49 mila euro per il taglio degli alberi ?

 

Aldo Bianchini – Ennio Sica

PADULA – Il direttore del Polo Museale della Campania, dott.ssa Anna Imponente, il 20 giugno scorso ha reso pubblico l’affidamento diretto alla Royal Garden di Villaricca (Na) per l’esecuzione dei lavori di somma urgenza finalizzati l’abbattimento di alberi secchi (Pino-Cedro) all’interno della Certosa di Padula.

La data di aggiudicazione dei lavori è l’8 maggio scorso per un importo di 49.374,39 euro escluso iva, una cifra considerevole (circa 7.053 euro per ogni albero) considerando che gli alberi abbattuti a quanto ci risulta dovrebbero essere 6 o 7 visionando gli abbattimenti dal belvedere adiacente il mezzo busto di Joe Petrosino.

Ricordiamo ai nostri lettori che a denunciare il pericolo crollo degli alberi, poi tagliati, fu il nostro giornale il 1° novembre 2016, ponendo l’attenzione sul possibile crollo dell’albero ricadente nei pressi della cella n. 4, solitamente aperta ai visitatori incuranti dei potenziali gravi danni che avrebbe potuto provocare il collasso. Ad oggi ci chiediamo ancora perché il responsabile della sicurezza non abbia segnalato al Polo ciò che era sotto gli occhi di tutti, lasciando che un intervento ordinario si trasformasse in straordinario e di somma urgenza con relativa lievitazione dei costi d’intervento.  La nostra segnalazione portò alla chiusura della cella per garantire l’incolumità dei visitatori in seguito ad un sopralluogo congiunto tra la Polizia Locale ed i Carabinieri.

La nostra segnalazione suscitò anche l’interessamento del Sindaco di Padula, Paolo Imparato, che dopo una sua visita sui posti avrebbe palesato la disponibilità a farsi carico del taglio dell’albero. Probabilmente la volontà di Imparato era nell’ottica del futuro accordo di valorizzazione tra il Comune ed il Polo, un modo virtuoso al fine di evitare la fuoriuscita di fondi dalle casse del Polo, magari avvalendosi delle numerose ditte boschive specializzate da anni nel taglio degli alberi delle montagne padulesi. Il nostro secondo quesito, a cui siamo sicuri non arriverà risposta, è come mai non si è pensato di chiedere aiuto al Comune prima di procedere all’affidamento diretto alla ditta di Villaricca. Eppure da lì a poco si sarebbe firmato l’Accordo di Valorizzazione, che ad oggi però ancora non parte, lasciando tutto invariato nonostante la data ufficiale di avvio delle attività fosse il primo luglio.

Ritornando ai lavori di taglio degli alberi, nell’affidamento diretto si specifica che la procedura di scelta del contraente è fatta in base all’art. 163 del D.Lgs 50/2016 e ss.mm.ii., e che la data di aggiudicazione è l’8 maggio 2017, prevedendo il completamento dei lavori entro 30 giorni. Ebbene, il taglio degli alberi è iniziato nella settimana 15/21 aprile, quindi prima dell’affidamento come documentato in un nostro articolo, e la condizione di “somma urgenza” era ormai cronica visto il tempo trascorso dalla nostra segnalazione del primo novembre e dall’intervento di chiusura della cella da parte dei Carabinieri a fine novembre. Lasciamo a chi di competenza la verifica sulle procedure messe in atto per l’aggiudicazione dei lavori.

Chi volesse saperne di più può cliccare sul Link all’affidamento diretto:

http://www.polomusealecampania.beniculturali.it/images/Gare_Contratti/Bandi_Avvisi_Contratti/2017_06_28_Avviso%20di%20post%20informazione%20somma%20urgenza%20alberi%20Padula.pdf

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.