il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Papa Francesco: insignito del Premio Internazionale Giovanni Paolo II

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aldo Bianchini

SALERNO – Grosso evento per l’Associazione AGLAIA di Scafati (presieduta dal prof. M* Espedito De Marino) che con la consegna del “Premio Internazionale Giovanni Paolo II” ha concluso a Roma, nella giornata del 17 ottobre scorso, un anno molto importante della sua storia.

            Prima di andare avanti è giusto riferire, però, della  “Sessione  Veneto” del premio internazionale che per l’anno 2018 sarà coordinata dal delegato della Regione Veneto cav. Gianni Bordin e con il patrocinio del Park Hotel Villa Fiorita di Monastier (TV) e dell’UNCI (Unione Nazionale Cavalieri d’Italia) sarà celebrata  sabato 10 novembre alle ore 17.30 nella sala conferenze “A. Calvani”  di Villa delle Magnolie in Via Giovanni XXIII n.9, sempre di Monastier.

            Cosa è il Premio Internazionale Giovanni Paolo II ?

                                                                                                       E’ una manifestazione di particolare importanza nazionale ed internazionale, in ricordo ed in onore al “Santo Pontefice” che vede premiati i personaggi del mondo della Chiesa, delle istituzioni, della cultura, della politica, dell’arte e delle professioni, che si sono distinti nelle loro azioni per la tutela e la promozione della Sacralità della Vita in armonia con i principi cristiani della Chiesa Cattolica. Tra gli insigniti più prestigiosi delle passate edizioni si ricorda Papa Benedetto XVI il 28 marzo del 2007 in Città del Vaticano.

            Quest’anno il Consiglio di Presidenza dell’Associazione AGLAIA, su proposta del Comitato d’Onore – Scientifico e Culturale presieduto dal Gen. Brig. (ris.) Uff. Dr. Francesco LUPO, ha conferito il prestigioso riconoscimento a diversi premiati, tra i quali il nome sicuramente e decisamente anche al di là della semplice eccellenza: Sua Santità Papa FRANCESCO. Il premio è stato consegnato direttamente al Papa con una cerimonia semplice ma emozionante il giorno 17 ottobre 2018 nella Città del Vaticano dove il generale LUPO ha recitato la parte più importante per la consegna di un premio che lui ha fortemente voluto che venisse assegnato a colui il quale, da umile sacerdote, sta rivoluzionando l’intera Chiesa Cattolica.

            Gli altri premi sono andati, per la cronaca, a SER Mons. Francesco Moraglia (patriarca di Venezia), SER Mons. Renato Marangoni (Vescovo di Belluno), dr. Luca Zaia (presidente regione veneto), dr. Anton Salman (sindaco di Betlemme – premio consegnato il 21 aprile 2018 ad Assisi), contrammiraglio Cesare Fanton), prof. Fabio Puglisi (dirigente del Centro IRCCS Oncologico di Aviano), comm. Dr. Rodolfo Della Mora (presidente S.I.Di.Ma – società italiana disability manager), rag. Gabriele Geretto (a.d. Sogedin spa – casa di cura Giovanni XXIII di Monastier), sig. Tullio Giacomini (pres. Centro disabili Il Quadrifoglio di Treviso), Lucio Zamò (imprenditore) ed alla memoria del G.U. Aniello De Santis (imprenditore).

            Una meravigliosa cena di gala e le note musicali, eseguite dal Maestro De Marino sull’onda della splendida musica di Roberto Murolo, hanno accompagnato la parte finale e conviviale dell’intera manifestazione.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.