il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CALCIO a 5: L’Alma Salerno c’è, Giovinazzo dominato per 6 a 4 L’Under19 non passa con lo Chaminade

 

da Marta Naddei

 

SALERNO – Cattiva e determinata, l’Alma Salerno non fallisce l’appuntamento con la partita chiave del suo campionato, sfoderando una convincente prestazione. Nella gara valida per la sedicesima giornata del girone F del campionato di serie B, il Giovinazzo esce, infatti, sconfitto dal parquet del PalaTulimieri per 6 a 4.

 

I padroni di casa partono subito forte con un’iniziativa di Recalde, dopo due minuti e mezzo: il giovane calcettista granata è fermato in maniera decisa ma regolare appena entrato in area. Poco più tardi, un altro pallone invitante è sui piedi di Kaio Oliveira, il cui diagonale non riesce a trovare neanche la deviazione di Spisso.

 

Ed è con la complicità di una deviazione, su un tiro proprio di Danilo Spisso, che l’Alma Salerno riesce a passare in vantaggio, quando sono da poco trascorsi i 4 minuti di gioco. Il raddoppio dei granata arriva 70 secondi più tardi: il rilancio con le mani del portiere Nicolas Rebba trova perfettamente Recalde che stoppa e, a tu per tu con Di Ciaula, non fallisce.

 

Al settimo minuto, l’Alma cala il tris con Spisso che recupera il pallone a metà campo e parte per vie centrali fino a vedere Enrique Franco sulla sinistra e servirlo: diagonale preciso e potente e porta del Giovinazzo violata per la terza volta.

 

L’Alma Salerno è padrona del campo e poco dopo il sedicesimo fa poker con Danilo Spisso che, dinanzi a Di Ciaula, non sbaglia: esultanza speciale per l’attaccante granata, che ha voluto dedicare l’ennesima doppietta stagionale alla fidanzata Roberta e all’amico Dario che, a breve, gli darà la gioia di diventare zio.

Sul 4 a 0 si va al riposo e l’inizio di ripresa è la fotocopia di quello della prima frazione di gioco: dopo due minuti e mezzo, l’Alma va in gol per la quinta volta grazie a Kaio che, a giro, la piazza all’incrocio dei pali.

 

Il Giovinazzo prova a farsi vedere dalle parti di Rebba e riesce ad andare a segno al settimo minuto. I padroni di casa, però, non si accontentano e continuano ad attaccare: Recalde colpisce il palo dopo essere stato servito, al centro dell’area, da Spisso.

 

Alla metà del tempo la formazione pugliese cerca insistentemente di rimettere in piedi la sua partita ma sono ancora i salernitani a trovare la via del gol. A siglare la rete del 6 a 1 è, al dodicesimo minuto e mezzo, Galiñanes direttamente su calcio di punizione che lo stesso giocatore argentino si era guadagnato qualche istante prima.

 

Il largo vantaggio fa rilassare l’Alma Salerno che rischia di buttare al vento un’ottima prestazione: il Giovinazzo, in meno di tre minuti, riesce a portarsi fino al 6 a 4. Non c’è, però, più tempo e così i ragazzi di mister Ugo Cocchia mettono in cassaforte tre punti d’oro in chiave salvezza. La compagine salernitana, con la vittoria di ieri, è riuscita a portarsi a 10 punti in classifica, allontanando ancora di più l’ultimo posto occupato dal Polignano.

 

La prossima settimana, l’Alma Salerno sarà di scena nuovamente in Puglia, nella non semplice trasferta di Manfredonia.

 

Diversa la sorte toccata all’Under 19 di mister Gianluca Melella: la sfida esterna di questa mattina contro i molisani dello Chaminade è terminata con il risultato di 7 a 4 in favore dei padroni di casa. Tanti errori da parte dei calcettisti salernitani, che non sono riusciti a concretizzare le pur tante occasioni create. In rete, per l’Alma Salerno, Alessandro Ciardiello e Salvatore Apicella, entrambi autori di doppiette.

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.