il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Lo Sfusato Amalfitano

 E poscia per lo ciel, di lume in lume

ho io appreso quel che s’io ridico,

a molti fia saper di forte agrume…”

Dante Alighieri Divina Commedia-Paradiso

Lo Sfusato Amalfitano, ossia il limone della Costa d’Amalfi dal profumo intenso, buccia grossa ricca di olio essenziale, polpa succosa con pochi semi, così chiamato per la sua forma affusolata la cui polpa è ricca di vitamina C potente antiossidante.

Le eccezionali proprietà organolettiche e nutritive sono da attribuire alla particolare tecnica di coltura: come la sistemazione a pergolato e la copertura invernale con le reti, che danno un tocco particolare al paesaggio della Costiera, la cui fisionomia è caratterizzata da terrazzamenti sostenuti da muri a secco creati dall’uomo per allargare la produzione anche nei pendii…

Ingredienti:

320 gr linguine di Gragnano

1 limone amalfitano

40 gr burro

Basilico

Olio e.v.o.

Procedimento:

Mentre la pasta è in cottura, in una padella mettere un filo di olio e.v.o., un po’ di burro e la buccia grattugiata di un limone.

Spremere metà del limone e passarlo con un colino per evitare che resti qualche nocciolo; quindi versarlo in padella.

Appena cotte le linguine, scolarle al dente e saltarle in padella aggiungendo un po’ d’acqua di cottura se necessario….

Rifinire con qualche foglia di basilico fresco!

Piatto veloce, fresco, profumato ma dal sapore unico che solo il limone può dare.

Pochi attimi e sei Paradiso

Il piatto è servito!!

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.