il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Musica oltreconfine: il Portogallo tra tradizione e modernità

Dott. Vincenzo Mele
SALERNO – Alla fine degli Anni ’70 il Portogallo post-salazarista abbracciò altri generi musicali, come ad esempio le nascenti Ska e New Wave: un esempio è il brano “Chiclete” dei Tàxi, il cui testo è basato sul consumo del chewing-gum che, a quell’epoca, stava spopolando.
Negli ultimi dieci anni la scena musicale portoghese si è ampliata abbracciando altri generi musicali, rimanendo comunque legato al Fado, portato in auge da Amália Rodrigues e tramandato grazie a cantanti come Dulce Pontes.
Tra gli artisti che hanno contribuito ad una crescita musicale in terra lusitana c’è Salvador Sobral. Nato a Lisbona nel 1989, discende da una nobile famiglia decaduta, il cui antenato Hermano Josè Braamcamp de Almeida Castelo Branco era Conte di Sobral de Monte Agraço.
Nonostante il suo cuore sia a Lisbona, Sobral ha vissuto a Barcellona, a Maiorca e Boston, dove la sorella Luisa studiò al Berkley College of Music.
Il suo stile musicale risente delle influenze Jazz e Soul di matrice statunitense e l’album d’esordio “Excuse me” ne è la dimostrazione. Oltre l’omonima title-track, nell’album è presente “Amar pelos dois” che portò il giovane Salvador a trionfare insieme alla sorella all’Eurovision Song Contest nel 2017. A Marzo ha pubblicato il suo nuovo album “Paris, Lisboa”. Il singolo di lancio è stato “Mano a Mano”, presentata in anteprima nella finale dell’Eurovision Song Contest 2018, insieme a Caetano Veloso.
Un altro cantautore da tenere d’occhio è Janeiro. Chitarrista e cantante classe 1995, a 18 anni ha lasciato la natia Coimbra per studiare Jazz nell’Hot Jazz Club di Lisbona e Musicologia alla Facoltà di Scienze Sociali e Umane dell’Università della capitale. A 20 anni ha pubblicato il suo album d’esordio “Janeiro”: l’album ha influenze Jazz con elementi legati all’Elettronica e al R’n’B. Nel 2018 è la volta di “Fragmentos” lanciato con la hit “Solidão” che ripresenta il sound del primo LP.
Gli Ornatos Violetas è una delle band che ha avuto successo in Portogallo tra il 1991 e il 2002, anno del loro scioglimento. Guidata dal frontman Manuel Cruz, il primo album della band di Oporto “Cão!” presenta influenze legate al Rock Alternativo con elementi Funk, Fusion, Jazz e Ska, grazie ai singoli “Letra S”, “O Amor è Isto” e “Esfera”. Il secondo ed ultimo album in studio “O Monstro Precisa de Amigos” presenta due canzoni che hanno scalato le classifiche portoghesi e quelle europee: la prima “Ouvi Dizer” è cantata in duetto con l’attore e musicista Vítor Espadinha. La seconda “Capitão Romance” si avvale della collaborazione di Gordon Gano, frontman dei Violent Femmes.
Un altro gruppo importante che ha influenzato la scena musicale portoghese sono i Capitão Fausto.
Di Lisbona, la band presenta un Pop con influenze Alternative/Indie. Il debutto avviene nel 2011 con “Gazela” che scala le classifiche grazie al singolo “Teresa”. Il seguito è “Pesar o Sol” del 2014 con i singoli “Litoral”, “Ideias” e “Lameira”. A Marzo viene pubblicato il terzo album “A Invenção do Dia Claro”, ispirato dall’omonimo romanzo dello scrittore, pittore e poeta Josè de Almada-Negreiros, esponente del Modernismo portoghese insieme a Fernando Pessoa. I singoli che hanno lanciato l’album tra le classifiche europee sono “Certeza”, “Boa Memoria”, “Sempre Bem” e la dolce ballata “Amor, a Nossa Vida”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.