il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Al via la Coppa del Mondo di Beach Soccer

Dott. Vincenzo Mele

PARAGUAY – Giovedì 21 Novembre inizierà il FIFA Beach Soccer World Cup 2019, che si giocherà ad Asunción, Paraguay.Il torneo vede la partecipazione di sedici nazionali, divisi in quattro gironi da quattro e prevede il passaggio del turno delle prime due squadre di ogni girone per l’accesso alla fase finale dai quarti alle finali.
Il Paraguay, padrone di casa, è stato inserito nel Girone A insieme al Giappone, alla Svizzera e agli Stati Uniti, quest’ultimi assenti dal 2013. L’Italia, vicecampione del mondo undici anni fa a Marsiglia, affronterà nel Girone B Tahiti, Messico e Uruguay. Nel Girone C la Russia, con due Mondiali in bacheca, dovrà vedersela con gli Emirati Arabi, il Senegal e la debuttante Bielorussia, e nel Girone D il pluricampione Brasile, con cinque trofei all’attivo, sfiderà il Portogallo, campione del mondo nell’edizione casalinga del 2015, la Nigeria e l’Oman.

La nazionale italiana si presenta ai nastri di partenza come una delle possibili outsider, superata nelle quotazioni della vigilia solo dal Brasile, campione in carica, dalla Russia e dal Portogallo. Il CT Emiliano Del Duca ha convocato i seguenti dodici giocatori:

Portieri: Simone del Mestre (Sambenedettese), Andrea Carpita (Viareggio BS);

Difensori: Alfio Chiavaro (Catania BS), Francesco Corosiniti (Catania BS) [capitano];

Esterni: Dario Ramaciotti (Viareggio BS), Paolo Palmacci (Catania BS), Simone Marinai (Viareggio BS), Josep Jr Gentilin (Sambenedettese), Alessio Frainetti (Terracina);

Attaccanti: Marcello Percia Montani (Sambenedettese), Emanuele Zurlo (Catania BS), Gabriele Gori (Viareggio BS)


Queste le partite della nazionale italiana durante la fase a gironi, tutte visibili su Sky, OA Sport e su www.beachsoccer.com :

Italia – Tahiti, 21 Novembre, 12,15 ora italiana;

Uruguay – Italia, 23 Novembre, 15,25 ora italiana;

Messico – Italia, 25 Novembre, 12,15 ora italiana.

Gli Azzurri cercheranno di migliorare i piazzamenti al quarto posto degli ultimi due Mondiali, non sarà però semplice: il Portogallo, trascinato dal quarantaduenne Madjer, uno dei principali rivali di Gori per la classifica marcatori, è intenzionato a riprendersi la scena con il suo gioco spumeggiante e fantasioso, caratteristica condivisa dai verdeoro brasiliani che cercheranno di confermarsi campioni anche nel loro continente. Da tenere d’occhio anche la Russia che, non essendosi qualificata per i Mondiali 2017 pur essendo campione in carica, punterà su un cospicuo ricambio generazionale. Da tenere d’occhio anche la Svizzera e Tahiti, due squadre dalla tradizione molto diversa ma ugualmente potenziali outsider.
L’edizione 2019 si prospetta una delle più divertenti ed equilibrate degli ultimi anni, soltanto il tempo ci dirà chi solleverà il trofeo al cielo di Asunción, il prossimo 1° Dicembre alle ore 23 ora italiana.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.