il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANREMO 2020: Cronache sanremesi dal divano di casa. Quarta serata

       

di Angela D’Alto

 

CASA – La lite tra Fiorello e Tiziano Ferro ha tenuto il mondo col fiato sospeso: dopo l’assassinio del generale iraniano Soulemaini ordinato da Trump e l’attacco alle basi Usa dell’Iran, il corona virus e la citofonata bolognese di Salvini, è stata la quarta catastrofe dell’anno appena iniziato. Pare che, durante la seconda serata, sia andata così: siccome s’era fatta ‘na certa e Tiziano Ferro non era ancora soddisfatto di aver massacrato ‘almeno tu nell’universo’ e steccato con Massimo Ranieri, si è stizzito con Fiorello che parlava troppo, e apriti cielo. Titoloni sui social, team Fiore contro team Ferro, Amadeus come al solito non ci ha capito nulla ma ha capito che doveva prendere una posizione, e l’ha presa talmente netta che al confronto Gava, Fanfani e Rumor erano tre estremisti radicali. Alla fine, come è e come non è , Tiziano Ferro ha chiesto scusa via Instagram a Fiorello, che lo ha perdonato su tik tok, e stasera hanno pure duettato con tanto di bacioinbocca. Niente mega rissa trash e mainagioia.

Nel frattempo, Leo Gassman vince la categoria delle nuove proposte.

Clerici vestita da struzzo mascherato da Gabibbo scende pericolosamente le scale dell’Ariston (ma allargare un po’ la pedata dei gradini pare brutto?) . Accompagnata da due valletti, tira fuori un librone: panico. Non vorrà leggere anche lei un passo della Bibbia? Terrorizzati all’idea di qualcosa tipo la lettera di San Paolo agli efesini, si tira un sospiro di sollievo: è solo una noiosissima gag che però ha un merito indiretto: ricordare quanto sia astruso il regolamento del Festival.

Lo avrà scritto Ettore Rosato? Ogni sera un voto diverso. Giuria demoscopica, giuria stroboscopica, giuria endoscopica. Poi votano i professori, ma una sera solo quelli che suonano i fiati, un’altra solo quelli coi baffi. Stasera i giornalisti iscritti all’albo nei giorni dispari degli anni bisestili. Alla fine c’è il fantatelevoto, elaborato dalla Casaleggio associati, sulla piattaforma Rousseau. Contestualmente sarà eletto anche il nuovo leader dei 5stelle e il vincitore del grande fratello, così si fa anche spending review.

Intanto, dato che siamo alla penultima serata, faccio outing, mi sbilancio e dichiaro ufficialmente la mia preferenza per Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Che la sinistra riparta da Ringo Starr!

Anastasio ha fatto progressi: dopo la divisa da infermiere del Cardarelli, stasera è sponsorizzato dalle giubbe rosse canadesi.

È la volta della donna ‘che sta un passo indietro’, al secolo Francesca Sofia Novelli, fidanzata di Valentino Rossi. Per brevità, vi risparmio commenti: cfr articolo di ieri su Georgina fidanzata di Ronaldo.

Elodie ha un vestito fighissimo e sfoggia un paio di gambe con dei sandali alla schiava che al 99% di noi povere comuni mortali renderebbero le gambe dei capocolli appena insaccati. Lei invece sembra un fenicottero.

Fiorello fa finalmente Fiorello, e diverte con un monologo sui sessantenni, canta e balla ‘Quando Quando’ diretto da Tony Renis e però è mezzanotte, e mancano ancora quindici esibizioni, un paio di ospitate, una roba inquietante denominata nella scaletta ufficiale ‘gag pizze Clerici’, varie discese dalle scale della fidanzata di Valentino Rossi che concluderà suonando al pianoforte i tre porcellini. Insomma, ci hanno messo di meno per lo spoglio delle primarie del partito democratico in Iowa che per concludere questa puntata di Sanremo . Controllo su la 7 per essere certa che non sia in corso una Maratona Mentana sanremese, ma niente. Bisogna prenderne atto: non abbiamo il fisico per sostenere questa roba. Anche stasera mi arrendo, alzo bandiera bianca, abbandono per manifesta inferiorità muscolare, non prima di ricordarvi che domani sera c’è la finale , e anche se fondamentalmente me ne frego (cit Achille Lauro), mi sale l’ansia da chiusura di campagna elettorale, e non c’è chiusura di campagna elettorale senza appello finale al voto. E quindi, cari amici e cari compagni, domani sera votate. Non disperdete il vostro voto. Date un voto utile, un voto per la governabilità di questo Paese, per combattere i populismi, i passindietrismi, perché Sanremo non si Lega! Ah no, scusatemi. Questa è un’altra storia….

 

2 Commenti

  1. Geniale! Da giornale nazionale. Passare dalle battute a riferimenti politici (Gava ecc) non è da tutti. Spettacolare la descrizione del voto. Complimentissimi

  2. LA NOTA SALIENTE DELLA QUARTA SERATA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2020 E’ STATA L’ESIBIZIONE DI DUA LIPA E LA STANDING OVATION PER VINCENZO MOLLICA , ‘’ LA ROCKSTAR DEL TG1’’.
    Un’esibizione in half playback,DUA LIPA, la superstar di origini albanesi e kosovare ha cantato e ballato il singolo ‘Don’t start now’, il primo estratto dall’album ‘Future nostalgia’. Con all’attivo oltre 6 miliardi di streaming, un album di debutto più ascoltato di sempre su Spotify e 4 milioni di copie vendute.L’artista in assoluto ad avere raggiunto 1 miliardo di visualizzazioni su YouTube.
    Per “la rockstar del Tg1″, il giornalista VINCENZO MOLLICA , l’edizione numero 70 del Festival di San Remo sarà l’ultimo ‘’balconcino’’ perché il 29 di questo mese andrà in pensione .Ci mancherà per la sua bontà, per la simpatia e l’ironia, oltre che per la sua immensa cultura nell’ambito dello spettacolo, dalla musica al cinema al fumetto: “Ha un modo unico di raccontare le cose”.
    Un simpatico ricordo di Vincenzo Mollica e di suo Padre durante una visita turistica alla Certosa di Padula (SA) ,accompagnato dal comune amico Avv. Pietro Errico di San Pietro al Tanagro (SA),affettuosamente chiamato ‘’il Console’’.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.