il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Coronavirus: modalità richiesta Bonus 600 euro

La redazione

VALLO di DIANO – Dal direttore del Patronato Se.N.A.S., Gianfranco Cavallone, con  uffici territoriali in loc. Silla di Sassano, abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo le necessarie indicazioni per avviare le pratiche ai fini dell’ottenimento del “Bonus” di 600 euro devoluto dallo Stato a fondo perduto per specifiche categorie di beneficiari:

 

Da mercoledì 1° aprile 2020, i lavoratori interessati a richiedere i Bonus da 600 €, potranno presentare all’Inps, tramite il sito internet dell’Istituto, le domande, esclusivamente in via telematica, avvalendosi del PIN personale o dando mandato agli Enti di Patronato dotati delle apposite credenziali.

E’ stato quindi risolto positivamente il dubbio se i patronati fossero abilitati a presentare queste richieste. I patronati sono abilitati.

Al fine di semplificare le sue procedure l’INPS ha emanato inoltre la Circolare n. 48 del 29/03/2020, nell’ambito della quale ha evidenziato che, a seguito delle nuove convenzioni stipulate con i vari istituti pagatori anche delle “prestazioni brevi”, dal 10 di aprile non sarà più necessario allegare il Modello SR 163 per la verifica della corrispondenza tra l’IBAN e il titolare dello stesso, in quanto questa verifica verrò effettuata con una procedura automatica definita tra l’Inps e gli Istituti bancari.

In attesa del 10 aprile, per quanto riguarda in particolare le domande del bonus degli agricoli, possiamo avvalerci dei modelli SR 163 già utilizzati per le domande di disoccupazione agricola.

Pensando di farvi cosa gradita vi inviamo in allegato lo schema riepilogativo delle 6 categorie  aventi diritto ai “600” euro, con tutte le esclusioni previste dalla normativa. Non ve ne sono altre e vi invitiamo ad attenervi rigorosamente a quanto nello schema è indicato.

Sarà sempre la Segreteria Nazionale che vi comunicherà eventuali novità che dovessero emergere dalla circolare dell’INPS non ancora pubblicata.

Pertanto, come anticipato nelle precedenti Circolari, è quanto mai opportuno che le strutture Senas territoriali, siano pronte, dal 1° aprile, ad inviare le domande all’INPS a partire da quelle riguardanti gli operai agricoli.

Come vi avevamo indicato nella Circolare del Patronato Senas per gli operai agricoli, che hanno proprio in questi giorni rilasciato il mandato per la presentazione della DS. Agricola, la procedura può essere ulteriormente semplificata, estendendo l’ambito del suddetto mandato anche alla presentazione della domanda per l’indennità di 600 euro (che il Ministero del Lavoro definisce come “sussidio straordinario di disoccupazione”).

E’ necessario acquisire il consenso preventivamente per via telematica, con un ok alla risposta al messaggio che avrete loro inviato.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.