il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Cittadino italiano morto a Londra, l’europarlamentare leghista Lucia Vuolo porta il caso del salernitano Lucio Truono a Bruxelles: “Nessuna vendetta, ma serve giustizia oltre la burocrazia e la Brexit. L’Unione Europea faccia luce sul decesso e il Governo italiano non si faccia intimorire dagli inglesi”.

da Domenico Gramazio


“Sulla morte di Lucio Truono, cittadino italiano di 43 anni deceduto a Londra in seguito a cure sanitarie ancora poco chiare, l’Europa non può restare indifferente. Non voglio sentire parlare di Brexit o altra burocrazia: una vita umana non può essere trattata in questo modo”. Così Lucia Vuolo, europarlamentare della Lega, chiederà al Parlamento europeo di fare luce sul decesso di Lucio Truono, 43enne salernitano di Giffoni Valle Piana, deceduto in circostanze poco chiare a Londra dove era emigrato per lavoro. “Probabilmente era affetto da Covid-19 ed è stato rispedito a casa dopo un controllo. Tutto questo è inaccettabile ed ecco perché chiedo all’Europa rigidità sui rapporti con il Regno Unito perché il valore delle vite umane deve andare oltre ogni interesse economico. Il Parlamento europeo è la casa di tutti i cittadini dell’Unione ed ecco perché chiederò agli organi competenti dell’Unione di fare luce su quanto accaduto. Infine, auspico anche che il Governo italiano segua attentamente la questione e non si faccia intimorire dagli inglesi. Non siamo in cerca di vendette o ripicche, serve dare giustizia ai familiari di Lucio Truono”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.