il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Pasquale Apicella, aveva 37 anni, l’agente scelto di Polizia, morto nel tentativo di bloccare gli autori di un tentato furto in banca . “In giornate che vedono impegnate le forze di polizia nei controlli per il contenimento del coronavirus, la Polizia continua l’attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo.”

 

Dr. PIETRO CUSATI

(giurista – giornalista)

Pasquale Apicella, 37 anni, agente scelto della Polizia di Stato rimasto vittima a Napoli mentre era in servizio

Napoli 28 aprile 2020 – Una ferita per tutti , la morte in servizio dell’agente scelto di Polizia Pasquale Apicella,aveva 37 anni, e dell’assistente Capo Salvatore Colucci, rimasto ferito , ha colpito e commosso  l’Italia,la polizia di Stato e tutte le forze dell’ordine. Pasquale Apicella ,lascia la moglie e due figli, di 6 anni ed uno di pochi mesi. In Polizia dal dicembre dal 2014, è stato prima all’ufficio del personale della Questura di Milano. Dal giugno 2016 ha lavorato al commissariato Trastevere a Roma  e dall’ottobre 2017 era a Napoli, prima al commissariato Scampia e successivamente, dal dicembre 2019, al commissariato di Secondigliano. Pasquale Apicella è morto durante l’inseguimento  a Napoli.Amava la sua città e combatteva per la gente perbene. Una moglie e due figli lo hanno perduto per sempre; i colleghi del commissariato di Secondigliano e il suo compagno di pattuglia Salvatore, rimasto ferito restano con un vuoto incolmabile. Ancora una volta, come ha ricordato il prefetto Franco Gabrielli, “La Polizia paga un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo”.“Il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, ha espresso profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza ai familiari dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Pasquale Apicella deceduto  a Napoli durante un inseguimento  nell’espletamento del servizio.In giornate che vedono impegnate le Forze dell’ordine nei controlli per il contenimento del Coronavirus, la Polizia di Stato continua l’attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo. Il Capo della Polizia ha augurato una pronta guarigione all’altro componente della volante l’Assistente Capo della Polizia di Stato Salvatore Colucci, rimasto ferito”. “Il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, esprime al Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, il suo personale, profondo cordoglio e quello di tutti i Finanzieri per la tragica morte dell’Agente della Polizia di Stato durante l’inseguimento di alcuni malviventi a Napoli.Analogo sentimento di cordoglio il Comandante Generale rivolge ai familiari dell’Agente scomparso e formula gli auguri di pronta guarigione all’altro componente della Volante rimasto ferito”.Il capo dello Stato Sergio Mattarella, in un messaggio al Capo della Polizia Franco Gabrielli:”Con profonda tristezza ho appreso la notizia del decesso in servizio dell’Agente scelto Pasquale Apicella nel corso di un intervento per fermare i responsabili di un tentativo di furto presso un istituto bancario di Napoli. Nell’esprimere a lei e alla Ps la mia solidale vicinanza, la prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e all’Assistente Capo Salvatore Colucci, rimasto ferito nell’intervento, gli auguri di pronto ristabilimento”.  Dolore è stato espresso dal Questore di Napoli, Alessandro Giuliano: “Siamo vicini alla famiglia”.

L'auto della Polizia letteralmente sventrata

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris si è unito nell’esprimere il più profondo cordoglio per la tragica morte dell’agente: “Esprimo il più profondo cordoglio, a nome della Città, alla famiglia dell’agente scelto ucciso ed a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato che ogni giorno sono impegnati con professionalità e sacrificio nella prevenzione e repressione del crimine. Al poliziotto ferito vanno gli auguri di una pronta guarigione”, dice il primo cittadino.Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca ha voluto esprimere il suo dolore e la sua vicinanza alla famiglia dell’agente di polizia e del suo collega rimasto ferito. “Ci addolora profondamente la morte dell’agente scelto di Polizia, il trentasettenne Pasquale Apicella, deceduto questa a notte a Napoli, mentre cercava di sventare una rapina. Siamo vicini al corpo della Polizia e a tutte le forze dell’ordine che lavorano per la nostra sicurezza e, in queste settimane, contribuiscono in maniera determinante a garantire l’applicazione delle misure a tutela della salute pubblica. Il nostro cordoglio alla famiglia, alla moglie e ai due figli di Apicella, un servitore dello Stato. L’augurio di una pronta guarigione per l’altro agente rimasto ferito”, scrive il Governatore Vincenzo De Luca.”Apprendo con profondo dolore della morte dell’agente Pasquale Apicella, rimasto ucciso mentre inseguiva dei malviventi a Napoli. A nome mio e di Montecitorio esprimo cordoglio e vicinanza ai suoi cari e alla Polizia di Stato. Un augurio di pronta guarigione all’agente ferito”. Lo scrive su Twitter il Presidente della Camera, Roberto Fico.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.