il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Pagani IACP Futura:parla il candidato Sindaco Aldo Cascone

da Uff, Stampa Aldo Cascone
Se ci ritroviamo in questa situazione è perché, negli anni scorsi, gli inquilini di IACP Futura sono stati abbandonati a loro stessi. Urge un’azione tempestiva ma, soprattutto, incisiva, affinché si arrivi alla risoluzione di questa vicenda.
Non ha dubbi il candidato sindaco Aldo Cascone in merito alla questione IACP Futura del Comune di Pagani. Cascone ha infatti incontrato ieri mattina, con una propria delegazione, i commissari prefettizi del Comune di Pagani. Numerosi i temi discussi, tra i quali quello inerente gli alloggi popolari di via Taurania.
“Seguiamo questa vicenda dagli inizi – ha dichiarato il candidato sindaco Aldo Cascone – e ci siamo fatti carico delle difficoltà che vivono molte delle famiglie coinvolte. La notizia della possibilità che un consulente della BNL possa procedere con la valutazione degli immobili per metterli all’asta ci ha raggelati. Il commissario Amendola si è detto pronto a studiare un’alternativa valida alla situazione, ma proprio in questo senso io ho chiesto perché procedere già ora, in tempi così rapidi. Si potrebbe attendere almeno l’insediamento del nuovo sindaco. Quando ho chiesto il motivo di tutta questa fretta, mi è stato detto che la questione, i nostri ex amministratori, la conoscono da anni e nessuno ha mai realmente fatto nulla. Solo promesse, nient’altro. E ora, tante persone rischiano di ritrovarsi in mezzo ad una strada”.

“E’ una condizione inaccettabile – ha proseguito ancora il candidato sindaco Cascone – sulla quale abbiamo promesso massimo impegno per giungere ad una soluzione che davvero possa soddisfare tutti, restando dalla parte dei nostri concittadini. Un grazie sentito, in questo momento, mi sento di dirlo al Commissario Amendola: è stato l’unico, ora, ad aver affrontato la situazione cercando per davvero una risoluzione”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.