il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Nei Giardini di Palazzo Sabbato il discorso di Ernesto Sica alla Città di Pontecagnano Faiano: “Il nostro legame il mio più grande orgoglio, il mio impegno per una comunità forte e unita”

da Uff.Stampa

 

 

“E’ uno dei discorsi più importanti della mia vita”. Ha esordito così Ernesto Sica, candidato al Consiglio regionale della Campania nella lista di Italia Viva per Vincenzo De Luca Presidente, ieri sera durante il suo incontro a Pontecagnano Faiano nei Giardini di Palazzo Sabbato.

 

Emozioni, ricordi, tappe, impegno, risultati raggiunti e obiettivi nelle sue parole in una location davvero suggestiva e gremita, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio.

 

“Parlare alla mia comunità – ha detto – è sempre un’emozione forte. Perché a questa Città mi lega un sentimento profondo e un amore immenso che va oltre il consenso. E questo legame è il mio più grande motivo di orgoglio. Oggi ho la forza e la voglia di riaffermarlo. Ho la forza di portare avanti un percorso che è iniziato qui, con la formazione delle sezioni dei partiti. Un percorso che ci ha visto protagonisti, sempre impegnati ad esaltare il nostro senso di appartenenza. Da Sindaco più giovane d’Italia ho lavorato dal primo giorno per garantire stabilità, per affrontare e vincere la competizione territoriale, per sentirci comunità e orgogliosamente cittadini di Pontecagnano Faiano”.

“Ho sempre difeso questa terra – ha aggiunto Ernesto Sica – anche a rischio di mettere in discussione la mia carriera politica. I risultati raggiunti, come il trasporto urbano gratuito, i servizi efficienti e innovativi, le scuole di eccellenza e la straordinaria trasformazione urbanistica, sono stati un vanto per me e per noi. Perché venticinque anni di esperienza significano conoscere la nostra Città, la nostra provincia, le vittorie conseguite e gli errori commessi. Significano comprendere appieno i processi amministrativi e le linee guida da mettere in campo soprattutto in questa fase di emergenza nazionale”.

 

“Questo filo che ci lega – ha proseguito – non lo spezza nessuno. Nessun odio ci può fermare. Andiamo avanti con l’obiettivo di tenere vivo il rapporto tra eletti ed elettori, di ridurre le distanze tra rappresentanti e rappresentati. E con questo spirito ci avviamo verso una grandissima vittoria, la vittoria di tutti noi. Una vittoria delle competenze contro ogni improvvisazione che vuole rendere questa comunità e questa Città ancora più forti. Una vittoria per una Provincia bella e protagonista

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.