il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

ORECCHIO BIONICO: “Da oggi anche a Salerno è possibile effettuare un intervento chirurgico di Impianto Cocleare”

 

 

Uff. stampa Ruggi

 

SALERNO – Presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovani di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno è stato effettuato per la prima volta un delicato intervento di impianto cocleare in un paziente adulto con sordità grave bilaterale.

 

L’impianto è stato eseguito, utilizzando una tecnica chirurgica innovativa, dall’equipe del prof. Ettore Cassandro,  Direttore della I clinica di otorinolaringoiatria dell’Azienda, in collaborazione con il prof. Berrettini dell’Azienda Universitaria di Pisa ed il paziente, ad oggi, è già rientrato presso il proprio domicilio .

 

Questo tipo di intervento permette di far riacquistare l’udito anche a soggetti che non possono giovarsi dell’uso di protesi acustiche tradizionali. La tecnica innovativa può essere effettuata sia su pazienti adulti che su bambini ed appare evidente l’importante ricaduta di tale intervento sui piccoli pazienti per il raggiungimento di un corretto sviluppo delle abilità linguistiche e comunicative.

 

L’impianto posizionato permette inoltre innovativamente che il paziente possa tranquillamente sottoporsi a Risonanza Magnetica di ultima generazione (RMN 3Tesla), cosa non possibile con altri impianti e che ha costituito spesso una severa limitazione.

 

Quanto oggi realizzato apre la strada ad un progetto, fortemente voluto dalla Direzione Strategica dell’Azienda in sintonia con gli obiettivi clinici del Dipartimento di Medicina, Chirurgia ed Odontoiatria di Salerno che prevede la realizzazione  di uno staff dedicato al settore “impianto cocleare” in modo che i pazienti candidati all’impianto o già impiantati della provincia di Salerno possano essere seguiti nella propria provincia evitando costosi trasferimenti verso strutture extraregionali.

 

Salerno 21 ottobre 2020

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.