il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

La tecnologia al servizio di tutti, nasce il progetto “Tecno Aid”

Dott. Vincenzo Mele

Il 3 Dicembre è il «Disability Day», una giornata dedicata alle persone con bisogni speciali in tutto il mondo. A tal proposito vale la pena di portare all’attenzione dei lettori una lodevole iniziativa nata in Campania. Si tratta del progetto “Tecno Aid”, guidato dal Centro di Ateneo SInAPSi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, il centro che supporta tutti coloro che si sentano esclusi dalla vita universitaria a causa di disabilità, dislessia, discalculia, disortografia o altri disturbi di natura temporanea.
Il progetto, nato dalla sinergia tra il Centro di Ateneo SInAPSi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, e delle associazioni di categoria, in particolare la FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), intende mettere a disposizione delle persone con disabilità un team di professionisti nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, che scelgono di donare una parte del loro tempo  per fornire, gratuitamente, supporto tecnico-informatico alle persone con disabilità.
La tecnologia è uno strumento indispensabile per la comunicazione e la vita quotidiana delle persone con disabilità. In particolare le tecnologie ICT, quindi computer, smartphone, etc. sono diventati irrinunciabili per comunicare, leggere, studiare e lavorare. Purtroppo queste tecnologie spesso nascondono insidie e difficoltà che ne rendono l’uso quotidiano meno semplice di quello che sembra. I virus informatici, le procedure di utilizzo complesse, la carenza di istruzioni esaurienti, la insufficiente alfabetizzazione informatica, la scarsa accessibilità delle applicazioni, sono solo alcuni dei temi che possono complicare l’utilizzo di questi strumenti da parte di utenti non professionali e soprattutto da parte delle persone con disabilità.
In tutti questi casi il generico utente necessita di un aiuto che può venire da un amico più o meno esperto, da un insegnante, da un consulente ma spesso da qualcuno che non necessariamente possiede competenze chiare e certificate, e questo spesso complica la situazione e trasforma una semplice difficoltà in un problema irrisolvibile.

Il progetto “Tecno Aid” si rivolge dunque non solo alle persone con bisogni speciali ma anche a tutti i care givers, coloro che supportano le persone con disabilità nelle loro attività quotidiane. Da sottolineare la generosità dei volontari che metteranno le proprie competenze a disposizione della comunità gratuitamente e il costante supporto del Centro di Ateneo SInAPSi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, vera eccellenza del nostro territorio.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.