il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Tribunale Sala Consilina, Pellegrino (Iv): “ Approvata all’unanimità mozione su riapertura per cancellare ingiustizia profonda”

 

 

da uff. stampa on. Pellegrino

On. dr. Tommaso Pellegrino (consigliere regionale e capo gruppo Italia Viva)

“ Sono molto contento che sia stata votata all’unanimità in Consiglio Regionale la  mozione che chiede con forza il ripristino del tribunale di Sala Consilina,  per cancellare una profonda ingiustizia subita dai cittadini del Vallo di Diano ”.  E’ il commento a caldo di Tommaso Pellegrino, capogruppo di Italia Viva in Consiglio regionale della Campania, firmatario della mozione. “ Il territorio del Vallo di Diano – ha continuato –  è l’ unico caso in Italia ad avere il tribunale trasferito  in un’altra regione, unico caso in Italia in cui un tribunale più grande afferisce ad un tribunale più piccolo, quello di Lagonegro. La chiusura del tribunale – ha precisato Pellegrino – ha creato notevoli criticità a   professionisti e cittadini costretti a spostarsi in un’altra regione sia per esercitare il proprio lavoro sia per vedersi  riconosciuti i propri diritti. Inoltre , notevoli sono stati i danni di natura economica, sociale e culturale. L’assenza di un presidio di giustizia, favorisce  gli appetiti delle organizzazioni criminali e il  Vallo di Diano come si evince  da numerose relazioni della magistratura  risulta  particolarmente attenzionato. Con la mozione ho chiesto alla Giunta e al Presidente De Luca di mettere in campo tutte le iniziative utili  al ripristino del  tribunale di Sala Consilina, e inoltre, di istituire uno specifico  capitolo di spesa in bilancio per sostenere i costi di gestione e di manutenzione del presidio di giustizia” ha concluso Pellegrino.

 

 

1 Commento

  1. Riattivare il Tribunale di Sala Consilina(SA) con il contributo e la collaborazione della Regione Campania. Il Vallo di Diano un territorio penalizzato, non può restare l’unico in Italia ad avere la sede del Tribunale di Sala Consilina delocalizzata fuori regione in Basilicata . Una scelta ingiusta,la riforma illegittima della geografia giudiziaria del 2012 che ha accorpato il Tribunale di Sala Consilinaa (SA) a quello più piccolo di Lagonegro ,in provincia di Potenza. La riforma del 2012 ha leso i diritti dei cittadini e degli operatori del diritto, che negli anni hanno sempre manifestato il loro scontento. La soppressione del Tribunale di Sala Consilina (SA) ha comportato per il nostro territorio la lesione del principio di prossimità della giustizia e d’importanti diritti sanciti dalla Costituzione come uguaglianza sostanziale,difesa,effettività della tutela giurisdizionale . Un sentito ringraziamento al Dott. Tommaso Pellegrino , a tutto i consiglieri regionali , alla giunta e al Presidente della Regione Campania.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.