il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

A 102 anni è morto l’ex direttore dell’ANSA Sergio Lepri,maestro di professionalità e deontologia, una vita dedicata al giornalismo.

da Pietro Cusati

 

 

 

 

 

 

E’ morto a 102 anni  Sergio Lepri, giornalista e storico direttore dell’Ansa dal 1962 al 1990. Lepri era nato a Firenze nel 1919, dove si era laureato in filosofia nel 1940 con una tesi sull’estetica di Benedetto Croce.Una vita dedicata al giornalismo, cui lascia anche una eredità  fatta di manuali per la professione, di cui l’ultimo è del 2011, ‘News, manuale di linguaggio e di stile per l’informazione scritta e parlata (Rizzoli). Al giornalismo era arrivato durante la seconda guerra mondiale, dirigendo a Firenze un giornale clandestino del Partito liberale.Nel 1945 entrò alla Nazione del popolo, organo del Comitato di liberazione; due anni dopo era redattore capo del Giornale del Mattino, il quotidiano diretto da Ettore Bernabei. Nel 1957 venne scelto da Amintore Fanfani come suo portavoce e poi come capo del Servizio stampa del suo governo dal 1958 al febbraio del 1959.Fu assunto dall’Ansa nel settembre del 1960 e nominato prima vicedirettore nel gennaio 1961 e poi, un anno dopo, direttore. Sergio Lepri è stato anche autore di libri di storia, quali ‘L’agenzia Stefani da Cavour a Mussolini’ (Le Monnier, 1999 e 2001).L’ultima fatica letteraria a 94 anni con Ettore Bernabei, ‘Permesso, grazie, scusi. Dialogo fra un cattolico fervente (Ettore) e un laico impenitente (Sergio)’. Dal 1988 al 2004 è stato docente di Linguaggio dell’informazione nella scuola di giornalismo della Luiss. Molti i riconoscimenti e le onorificenze a lui attribuite, tra cui la nomina a Cavaliere di Gran Croce. Sergio Lepri iniziò nel  giornalismo nel 1943 a quei tempi ,gli anni della resistenza, significava rischiare la vita .”Con Sergio Lepri scompare un prestigioso direttore, maestro di professionalità e deontologia per generazioni di giornalisti, e un testimone attento e partecipe di lunghe e decisive fasi della storia italiana”, ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Sergio Lepri dal 1988 al 2004 ha insegnato ‘linguaggio dell’informazione’ alla Scuola  di giornalismo  alla Luiss. Ha scritto numerosi libri, molti dei quali ad impronta didattica hanno formato varie generazioni di giornalisti. Autore di uno storico manuale, Lepri ha sempre sostenuto che ”giornalisti si diventa”, a patto di avere ”curiosita’ di conoscere e capacita’ di analisi critica, giornalisti si diventa, studiando, lavorando, facendo esperienze e anche acquisendo quelle conoscenze tecniche e deontologiche che Lepri con straordinaria chiarezza esponeva nel suo libro.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.