il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

28 febbraio 1942: compie 80 anni di Dino Zoff ,un mito del calcio italiano, campione del mondo nel 1982 con la nazionale italiana. Ha pubblicato l’autobiografia Dura solo un attimo,la gloria.

da Pietro Cusati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

28 Febbraio 2022.Dino Zoff è stato l’unico giocatore italiano a vincere con la Nazionale sia gli Europei che i Mondiali, dirigente sportivo, ex allenatore di calcio, ex  portiere, campione d’Europa nel 1968 e campione del mondo nel 1982, con la nazionale italiana, che ha anche allenato dal 1998 al 2000. Nato il 28 febbraio 1942 a Mariano del Friuli ,compie oggi 80 anni. Preferisce ricordare  tre momenti particolari della sua vita calcistica, la partita a scopone con Pertini, il bacio a Bearzot e la parata decisiva contro il Brasile nel 1982. ‘’Tre momenti importanti Pertini, ci mise a proprio agio con la partita a carte, il bacio a Bearzot è stato qualcosa di fuori dal comune, lontano dal nostro modo di essere, dal pudore friulano, la parata ci ha portato lontano. Me la ricordano ancora oggi anche se, al momento, io ebbi il terrore che l’arbitro non valutasse bene”.Portiere dell’Udinese nel 1961-62, è poi passato al Mantova, al Napoli e infine alla Juventus (1972/73 - 1982/83), con la quale ha vinto sei scudetti e una coppa UEFA. Nel 1968 ha esordito in Nazionale, con la quale ha disputato 112 partite, stabilendo il primato italiano di presenze. Campione d’Europa (1968, in Italia) e campione del mondo (1982, in Spagna). Dopo il suo ritiro dall’attività agonistica, ha intrapreso con successo la carriera di allenatore e di dirigente sportivo, guidando, tra l’altro, Juventus (1988-90), Lazio (1990-94, 1996-97, 2001) e Fiorentina (2005). Dal 1998 al 2000 è stato commissario tecnico della Nazionale italiana, conquistando il secondo posto ai campionati europei del 2000 in Belgio e Olanda. Ho amato il calcio, ora mi godo i nipoti ,un mito del calcio italiano, Dino Zoff incarna il prototipo del professionista serio e dall’altra il simbolo del successo. Il pallone è stato sia una vocazione che un amore, ma è diverso dai miei affetti, quelli vengono prima di tutto.  Per tutti i portieri, quelli della mia generazione e quelli più giovani, Dino Zoff è stato, è ancora e sarà per sempre un modello da seguire. Anche Attilio Fontana ha voluto fargli gli auguri: “Auguri, tanti auguri a Dino Zoff che oggi compie 80 anni. Per quelli della mia generazione, molto di più di un portiere. Il simbolo di un calcio che non c’è più. Certamente più romantico e più vero”. Anche il Coni rende onore all’uomo di sport ricordandone gli allori: “Una carriera leggendaria a difesa della porta azzurra, dalla vittoria agli Europei del 1968 a quella dei Mondiali del 1982. Tanti auguri per il suo 80° compleanno a Dino Zoff”.

 

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.