il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

La BCC Monte Pruno all’incontro dal titolo; “La Prevenzione è Vita”

da Uff. Stampa

 

 

 

 

 

 

A Sant’Arsenio, nella mattinata di sabato 25, presso l’Auditorium dell’Istituto A. Sacco si è tenuto l’incontro sul tema “La Prevenzione è Vita”.

Coordinati dal giornalista Pierino Cusati, sono intervenuti:

Biagio De Luca in rappresentanza di Carmela TAGLIANETTI – DS I.I.S. A. Sacco; Michele ALBANESE – Direttore Generale BCC Monte Pruno; Giuseppe FRALLICCIARDI – Sindacalista; Giuseppe RIZZO – SPSAL Servizio Ispettivo ASL SALERNO; Grazia MEMMOLO – Dirigente Responsabile INAIL Salerno.

Le conclusioni sono state affidate all’Ing. Nicola Iannuzzi che, oltretutto, ha voluto fortemente questa giornata formativa.

Presenti, tra gli altri, i Dirigenti Scolastici Patrizia Giovanni Pagano e Salvatore Gallo.

Il Direttore della Bcc Monte Pruno Michele Albanese, nel suo intervento, ha precisato che: “La promozione della sicurezza sul lavoro è cruciale per garantire un ambiente lavorativo sano e protetto”.

Sempre il Direttore Albanese ha continuato: “Ciò può essere raggiunto attraverso diverse strategie, tra cui:

1. Formazione dei Lavoratori, offrire programmi di formazione regolari per sensibilizzare i lavoratori riguardo alle pratiche sicure e ai rischi specifici.

2. Partecipazione dei Lavoratori, coinvolgere attivamente i lavoratori nella definizione e nell’implementazione delle politiche di sicurezza. Il loro coinvolgimento aumenta la consapevolezza e la responsabilità.

3. Innovazione nei Sistemi Produttivi, introdurre tecnologie e processi innovativi che riducano i rischi di infortuni e malattie professionali. Ciò potrebbe includere l’automazione, l’uso di dispositivi di sicurezza avanzati e la progettazione ergonomicamente corretta delle postazioni di lavoro.

4. Modelli di Organizzazione e Gestione, adottare modelli organizzativi che mettano la sicurezza al centro delle operazioni.

5. Sorveglianza della Salute: monitorare regolarmente la salute dei lavoratori per identificare tempestivamente potenziali rischi e fornire interventi preventivi.

6. Cultura della Sicurezza: fomentare una cultura aziendale che promuova la sicurezza come un valore fondamentale.

La sinergia di queste pratiche può contribuire a garantire un ambiente di lavoro più sicuro e proteggere la salute e il benessere dei dipendenti”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.