il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

ALTA VELOCITA’ : UNA GRANDE OPPORTUNITA’ PER IL TERRITORIO DEL VALLO DI DIANO E DEI COMUNI LIMITROFI – LAVORIAMO INSIEME : POLITICI- AMMINISTRATORI- IMPRENDITORI- CITTADINI E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

 

Il 12.12.2023 nel Comune di Padula presso la Certosa di San Lorenzo, si è svolto dibattito pubblico di RFI e ITALFERR, sul progetto di fattibilità tecnico-economica del tracciato del lotto 1b dell’alta velocità ferroviaria, nello specifico nel tratto previsto da Romagnano al Monte al Comune di Buonabitacolo con fermata nel Comune di Padula. Presenti all’ evento amministratori del territorio del Vallo Di Diano, le associazioni e la cittadinanza etc. .

La conferma del passaggio dell’alta velocità nel Vallo di Diano è un’ottima notizia per tutti i cittadini del nostro territorio e dei paesi confinanti .

Questo importante traguardo dell’ alta velocità è una componente cruciale per promuovere lo sviluppo economico , sociale e i flussi turistici e non rappresenta soltanto un significativo impulso per lo sviluppo infrastrutturale del territorio, ma può essere un volano per favorire la crescita e la connettività del nostro territorio.

L’Alta Velocità è infatti essenziale e strategica per superare l’isolamento e anche un notevole passo avanti nell’integrazione della parte sud della Provincia di Salerno e delle zone limitrofe all’interno delle reti di trasporto nazionali .

L’Alta Velocità rappresenta una grande risorsa strategica per superare l’ emarginazione infrastrutturale che da troppo tempo penalizza il nostro territorio.

Senza infrastrutture è inconcepibile ipotizzare un cambio di passo!

Occorre quindi la disponibilità delle rappresentanze politiche del territorio in collaborazione con amministratori , imprenditori, cittadini   e associazioni presenti etc., attraverso la formazione dei tavoli tecnici al fine di individuare la soluzione migliore di connessione delle aree nell’ambito di intervento con il tessuto urbano circostante e di proporre, ove ritenuto necessario,  una diversa articolazione ritenuta più coerente rispetto al riassetto funzionale e morfologico in ordine  alla fermata dell’ alta velocità e all’insieme delle relazioni,  sia dal punto di vista logistico che di raggiungibilità per non restare indietro e consentire di collegare rapidamente il territorio.

Fratelli d’Italia

Avv. Paolo Carrano

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.