il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bracigliano: la sagra del “mascuotto”

Prende il via questa sera la sagra di Bracigliano che durerà fino al 2 agosto prossimo

La “sagra del mascuotto braciglianese” si volge ogni anno a Bracigliano (fra. San Nazario) alla fine di luglio, in occasione della festa patronale dedicata ai Santi Nazario e Celso. Protagonista assoluto della manifestazione è il “mascuotto”, pane di grano tostato come da antica tradizione, preparato dai mastri fornai braciglianesi. Esso viene offerto secondo le tradizionali ricette: la “caponata” con olio di oliva e fagioli lessati; il “mascuotto e mallone”, antica ricetta dei poveri con foglie di broccoli e patate, il tutto saltato in padella con aglio e olio; il “mascuotto” con affettati locali e pomodori. Fanno da corona gustose ricette come i “fusilli alla sannazarese” e la “pasta e fagioli”; tra i panini non manca quello con la “salsiccia paesana”. Un fornitissimo stand gastronomico, poi, consente di acquistare i tipici prodotti braciglianesi come mascuotti, taralli, salumi, vino, olio e miele. Come ogni anno sarà presentata, all’interno della sagra, la rassegna “Bracigliano: reginella tra pane e cerase” (titolo ispirato alla nota canzone napoletana “Reginella”). La sagra parte questa sera e  si svolgerà  fino al prossimo 2 di agosto. Sarà possibile assistere dal vivo alle fasi della lavorazione e cottura del pane e degustarlo con la celeberrima “marmellata di ciliegie”. Un posto ai tavoli sotto gli alberi di ciliegie renderà ancora più bella la vostra serata.

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.