il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Cava: successo per la birra

Festa della birra supera quota quattromila presenze, nonostante il maltempo.

Da Nunzio Siani

Nonostante il maltempo che ha imperversato del fine settimana e la nuova localizzazione della grande tensostruttura, che ospita tavoli per oltre 500 posti, passata dalla centralissima Piazza Amabile a Via Gramsci, la seconda edizione della Festa della Birra e dei Sapori Tipici si conferma un evento dai numeri positivi. Circa quattromila i presenti nei primi quattro giorni, con la giornata di sabato che ha fatto registrare il picchio più altro di appassionati della “bionda”. Oltre duemila gli avventori che hanno preso d’assalto il padiglione di oltre 1000 mq sistemato nel piazzale ASL per assaggiare le 6 birre più vendute al mondo, degustare i piatti tipici bavaresi proposti dal menu predisposto dagli organizzatori e ascoltare tanta buona musica. Dopo la serata inaugurale di venerdì 7 ottobre, dedicata al taglio del nastro e alla gara Nazionale Italiana di calcio impegnata in Serbia; sabato, domenica e lunedì, i protagonisti delle serate sono stati gruppi musicali cavesi emergenti: Vas Kom Tribute Band, Rag-Dolls e Sanacore Band. Domenica mattina, inoltre, il Mago Genius (Eugenio Bonacci) ha intrattenuto i bambini e i loro familiari, con accattivanti spettacoli di magia e di illusionismo, che saranno replicati anche domenica 16 ottobre. Ieri sera, inoltre, alla Festa della Birra è stato dato spazio alla disco-music, che ha fatto trasformare lo spazio antistante il palco in una grande pista da ballo, con decine di giovani (e non solo) che per alcune ore si sono scatenati ai ritmi e ai suoni della musica dance che tanto va di moda. Nei prossimi giorni spazio, invece, agli Sleber’s e alla loro musica Anni Sessanta e Settanta e; ai Queeners, che proporranno un mix dello straordinario repertorio del gruppo rock a cui diedero vita a Londra nel 1971 Freddy Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon. Sabato 15 e domenica 16 ottobre, poi, il gran finale con i Via Toledo e la magia della musica partenopea e gli Skizzekea Band e Tony Musante. “Siamo molto soddisfatti – annunciano all’unisono Gaetano Materazzi, presidente dell’associazione Uniti per Cava, e Bruno D’Elia, promoter dell’evento – stiamo registrando un buon afflusso di pubblico, nonostante la sistemazione meno centrale rispetto allo scorso anno. La scelta di scommettere nuovamente sulla birra e sui suoi tanti degustatori, occasionali e non, si può già dire che è stata vincente. Tutto sta funzionando bene, l’afflusso ai tavoli è costante e i tempi di attesa non sono lunghissimi. Il clou ci sarà nel prossimo fine settimana, ma la macchina organizzativa è perfettamente oleata e di certo non ci saranno problemi di accoglienza”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.