il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Buonabitacolo. Il ricordo di Massimo attraverso la musica

 

 

Antonio Citera

BUONABITACOLO – Una serata all’insegna della musica in ricordo di Massimo Casalnuovo, il giovane che un anno fa, morì in un tragico incidente per le vie della piccola cittadina a sud di Salerno. “Legati a te”questo il titolo dell’evento in  programma il 21 agosto in piazza Aldo Moro a Buonabitacolo. Un concerto di giovani voci che si esibiranno proprio nel primo anniversario della morte di Massimo. Ricordarlo così, tra le note che si rincorrono , tra melodie e commozione , Massimo, un giovane come tanti che per un tragico destino  ci ha lasciato prematuramente nel pieno della sua giovinezza. L’evento è sostenuto dall’associazione Life, dal Comune di Buonabitacolo, finanziato in gran parte dagli Amici di Massimo. Una serata speciale dunque, che vuole alimentare le coscienze  ed aprire nuovi orizzonti verso una maggiore e più oculata sicurezza specie sulle arterie del territorio, che spesso sono scenari di una vera e propria guerra che miete vittime senza scrupoli. La serata, vedrà la partecipazione di variegate band, che si esibiranno sul palco del ricordo. Nel corso dell’evento, verranno  presentate anche due canzoni  dedicate  Massimo scritte da due giovani artisti in erba, Daniele Lettieri di Sala Consilina, e Miky Petillo napoletano, autore anche di un video girato a Buonabitacolo dal titolo emozionante Bound to you (Legati a te)  che sarà proiettato durante la serata. Dulcis in fundo, vi sarà l’esibizione di Valerio Jovine  reggae artist  napoletano conosciuto in tutta Italia.- Ad un anno dalla sua scomparsa, ancora è vivo il ricordo- così ci dicono gli organizzatori – Massimo è in mezzo a noi-. Ci preme ricordarlo tramite la musica- continuano- la sua musica, quella che lui amava- una serata particolare che oltre al ricordo, vuole sensibilizzare anche la dura realtà della precaria sicurezza delle nostre strade – concludono. Una vicenda che scosse gli animi, una morte dai contorni oscuri quella di Massimo. La sera del 20 agosto 2011 infatti, il povero ragazzo, mentre con il suo motorino girava per le strade della cittadina, davanti agli occhi dei carabinieri impegnati in un posto di blocco, fu protagonista di una caduta che non lasciò scampo a nessuna cura medica, il ragazzo morì per i tremendi traumi riportati. La Procura della Repubblica di Sala Consilina, è sul caso  per accertare colpe e colpevoli. Per il momento l’unico provvedimento intrapreso dalla stessa,  riguarda l’allontanamento dalla stazione carabinieri di Buonabitacolo del maresciallo  Giovanni Cunsolo   per incompatibilità ambientale, lo stesso è stato trasferito presso la stazione carabinieri di Polla. Ricordiamo ai lettori che al Maresciallo Cunsolo, nell’ immediato dei fatti, gli fu attribuita dai molti, la colpa della caduta di Massimo. Intanto  la famiglia della vittima, gli amici, i conoscenti sono alla ricerca della verità che stenta ad arrivare. A difendere la dignità di una giovane vita spezzata, è giunto negli ultimi giorni chiamato dai familiari, l’avvocato Cristiano Sandri. Riuscirà quest’ultimo a far smuovere le acque? Non lo sappiamo. L’unica cosa certa, è che un intera cittadina vuole la verità sui fatti realmente successi in quella maledetta serata di Agosto che vide la fine della vita di Massimo.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.