il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

A/3: ancora morti sull’asfalto

Antonio Citera

BUONABITACOLO – Mario Fiore il padre, Caterina la madre e una figlia  Federica  di 17 anni , sono morti in un incidente stradale avvenuto alle 3 di notte sul tratto dell’A3 che abbraccia gli svincoli di Buonabitacolo e Lagonegro Nord, un’altra figlia, Isabella di 21 anni, è rimasta gravemente ferita  ma non corre pericolo di vita. L’automobile su cui viaggiava la famiglia è andata a sbattere contro il guard rail per cause in corso di accertamento da parte della Polizia stradale.  I quattro originari di Viggianello stavano tornando in Basilicata da Varese dove risiedevano  per trascorrere le vacanze estive.  Un fortissimo impatto contro un guard rail, dopo un viaggio di più di 10 ore. I quattro, stavano per raggiungere la loro destinazione ma per colpe da accertare, sono rimasti vittime della sorte che ha spezzato l’esistenza terrena di un intero nucleo familiare.  Originari di Viggianello, vivevano ad Olgiate Olona in provincia di Varese, come di consuetudine  erano soliti trascorrere le meritate ferie estive nella terra d’origine. Il  sinistro è avvenuto nella notte di lunedì,  a pochi km dalla meta. La famiglia, a bordo della loro fiat Punto, ha impattato contro il guard rail che incornicia la strada, uno schianto violentissimo che non ha lasciato scampo a tre dei quattro occupanti dell’auto. Niente da fare per i coniugi Mario e Caterina Fiore, di 48 e 45 anni e la figlia Federica di 17 anni, che sono morti sul colpo. E’ andata decisamente meglio all’altra figlia Isabella, che trasportata a sirene spiegate presso il nosocomio di Lagonegro, è stata sottoposta tempestivamente alle cure del caso. I primi bollettini medici,infatti, escludono il pericolo di vita, così  fanno sapere dall’azienda ospedaliera, i sanitari hanno sciolto la prognosi e ne avrà per qualche decina di giorni. Sul luogo della tragedia, sono immediatamente giunti gli uomini della Polizia Stradale ed alcune ambulanze del 118 allertate da altri viaggiatori spettatori loro malgrado del tragico impatto. Secondo le prime ricostruzioni, si evince che la probabile causa del sinistro sia da attribuire ad un colpo di sonno del conducente della fiat punto, che ha perso il controllo della stessa, ed è finito contro le protezioni laterali dell’A3. La circolazione stradale, in direzione Lagonegro ha subito un blocco di quasi quattro ore . Amaro risveglio questa mattina nel piccolo paesello Lucano, dove il nucleo familiare era stimato e conosciuto, in molti li ricordano come persone per bene, rispettosi delle origini, ed amanti delle buone maniere. Un velo di tristezza si respirava per i borghi di Viggianello, incredulità e commozione si alternavano ai ricordi di Mario, Caterina, Federica. Anche ad Olgiate Olona, paese in cui risiedevano , la brutta notizia è arrivata nella prima mattinata di ieri, «Bravissime persone, lavoratori. Sono sconvolto» così commenta a caldo il sindaco Giorgio Volpi. – Sconvolti anche i colleghi di lavoro di Mario, gli operai di una ditta edile di Varese- siamo increduli di fronte ad una disgrazia simile,una famiglia unita,-Mario era un buon lavoratore, ma soprattutto un ottimo amico-. Una brutta pagina di cronaca che si consuma  nel periodo più critico per la circolazione stradale e soprattutto autostradale. Centinaia gli appelli che vengono rivolti alla guida attenta ed al rispetto delle più elementari regole del codice della strada, ma spesso sono parole al vento, ogni giorno infatti i numeri dei sinistri sono un vero e proprio bollettino di guerra che distrugge come in questo caso l’esistenza di una famiglia in cerca della tranquillità meritata dopo un anno di sacrificio.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.