il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Franco Orio: conservare la memoria

 

 Da Uff.stampa

SALERNO – Sabato 20 Ottobre 2012 presso il Lloys Baia Hotel di Vietri Sul Mare (Salerno), nell’ambito del XVI Corso di Aggiornamento Post-Specialistico in Endocrinologia, organizzato dal prof. Francesco Orio, medico endocrinologo universitario dell’Azienda Ospedaliera Integrata con l’Università “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno e professore Associato di Endocrinologia dell’Università “Parthenope” di Napoli, sarà consegnata una Borsa di Studio intitolata alla memoria di Franco Orio, già Primario Ospedaliero di Endocrinologia per oltre 20 anni e docente universitario, antesignano dell’endocrinologia campana. Un ricordo di Franco Orio sarà tracciato dalla Prof.ssa Annamaria Colao, Ordinario di Endocrinologia dell’Università “Federico II” di Napoli, che consegnerà insieme al prof. Orio il premio della Borsa di Studio ad un giovane endocrinologo meritevole della Regione Campania. Porteranno il loro saluto augurale, il Sindaco del Comune di Salerno, on.le Vincenzo De Luca; il Cardinale salernitano Renato Raffaele Martino; l’Arcivescovo Emerito dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, S.E. mons. Gerardo Pierro; il Questore di Salerno, dott. Antonio De Iesu;  il Senatore della Repubblica Alfonso Andria;  il Direttore Generale, Capo Gabinetto della Provincia di Salerno, prof. Francesco Fasolino; il Presidente del CUN (Consiglio Universitario Nazionale), prof. Andrea Lenzi; il Consigliere Nazionale del CNR, prof. Gennaro Ferrara;  il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Integrata con l’Università “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, dott.ssa Elvira Lenzi; il Rettore dell’Università di Salerno, prof. Raimondo Pasquino; il Presidente dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Salerno, dott. Bruno Ravera; il Past-President della Società Italiana di Endocrinologia, prof. Gaetano Lombardi.

IL CORSO

Il Corso di Endocrinologia, Diabetologia ed Endocrinologia ginecologica è giunto ormai alla sua 16° Edizione e si rivolge quest’anno ai medici di medicina generale, agli specialisti endocrinologi, ai diabetologi, agli internisti, ai ginecologi ed ai pediatri. L’interesse di quest’anno risiede nel trattare argomenti di stringente attualità, quali l’obesità, che purtroppo vede la Regione Campania detenere il triste primato della maggiore incidenza di tale patologia in età scolare; il diabete, considerata una vera e propria pandemia per i paesi industrializzati, cosiddetta malattia del benessere e causa di complicanze gravi, quali infarto ed ictus. L’attenzione poi alle problematiche legate all’infertilità di coppia, problema sempre più presente tra le coppie del nostro territorio e di estremo interesse per la cittadinanza, infatti sarà tenuta una lettura magistrale sulla Procreazione Medicalmente Assistita dal prof. Giovanbattista La Sala, che è il responsabile del primo centro pubblico in Italia, per numero di gravidanze ottenute, proprio grazie alle tecniche di fecondazione assistita.

 LA BORSA “FRANCO ORIO”

Il culmine delle due giornate risiede nella consegna della Borsa di Studio “Franco ORIO Anno 2012”, istituita ormai dal 2009 che continua la sua tradizione anche quest’anno, nonostante la crisi economica, premiando davvero un giovane, il più meritevole della Regione Campania in ambito endocrinologico. La cerimonia di consegna è ormai diventata appuntamento fisso per ricordare la figura di un grande uomo, medico e scienziato, quale fu “FRANCO ORIO” ed è aperta alla società civile, rivolta all’intera cittadinanza; avverrà inoltre alla presenza di numerose autorità politiche, accademiche, religiose e sociali della nostra Regione ed è un evento che raccoglie una nutrita partecipazione non soltanto di medici, ma anche e soprattutto di non addetti ai lavori, rappresentanti di svariate categorie professionali e non ultimi di numerosi pazienti.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.