il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il cuore dei giovani: secondo Fedele

 

Michele D’Alessio

PADULA – Sabato 23 marzo in prima mattinata, nella splendida location del Refettorio certosino della Certosa di San Lorenzo  si è tenuta la presentazione del libro  “Cuore dei giovani” del dottor cardiologo Francesco Fedele. L’iniziativa, egregiamente curata dalla Event Planner di Marianna Cafaro e proposta dai Lions Club di Sala Consilina, Padula e Trecchina, e che ha visto la presenza, oltre del Prof. Francesco Fedele, Ordinario di Cardiologia presso l’Università “Sapienza” di Roma e Presidente della Fondazione Italiana Cuore e Circolazione – Onlus, i presidenti dei Lions Club di Padula, Sala Consilina e Trecchina, l’assessore al comune di Padula Tiziana Bove Ferrigno, il dottor Antonio Calandriello, della Bcc di Sassano, sponsor ufficiale dell’evento, il delegato Provinciale del CONI di Salerno Domenica Luca, e il Dirigente Medico Chirurgia Generale Azienda Universitaria Policlinico Federico II di Napoli Tommaso Pellegrino. Ospite speciale il giornalista di Rai Uno Attilio Romita. L’incontro è stato moderato da Antonella Citro,  “E’stata una giornata di grande valore  medico- scientifico , oltre che sociale – ha commentato  il dottor Tommaso Pellegrino- visto anche grande presenza di pubblico,questo  conferma quanto sia importante dedicare la massima attenzione ai giovani, per contribuire ad evitare quelle tragedie che spesso, accadono anche a scuola o si verificano nei luoghi dove si pratica lo sport per mancanza di un’adeguata prevenzione.” “Il libro fornisce informazioni corrette su come funziona l’apparato cardiovascolare ed analizza i danni, a breve e lungo termine, di fumo, alcol, droghe pesanti e leggere – dichiara  il professor Fedele nel suo intervento- Anche una sola notte da sballo con abuso di alcol e droga può essere fatale. L’attenzione verso i giovani deve essere sempre massima  e anche qui , nel Vallo di Diano, grazie alle mie collaboratrici Noemi Bruno e Maria Giovanna Vassallo per l’impegno speso nel raccogliere i dati attraverso un’ampia campagna di screening cardiovascolare in tutte le scuole superiori del Vallo di Diano. Mi appello ai giovani sportivi- conclude il Professor Fedele-di non sottovalutare sintomi quali sfarfallio al petto, giramenti i testa e affaticamento, in presenza di quali bisogna rivolgersi al medico specialista”. Il dottore Fedele  è anche presidente della Fondazione Italiana Cuore e Circolazione – Onlus che da anni è attiva in prima linea nella prevenzione di un fenomeno sempre più frequente e attuale come la morte cardiaca improvvisa nei giovani e, grazie ad un protocollo d’intesa con il MIUR, ha effettuato uno screening elettrocardiografico nelle scuole superiori che ha visto la partecipazione di circa 10000 studenti in gran parte delle regioni italiane. Data l’importanza di tale campagna preventiva, il progetto è stato esteso anche alla Regione Campania interessando in primis gli istituti superiori del Vallo di Diano dove sono stati sottoposti a visita cardiologica ed elettrocardiogramma circa 1000 studenti.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.