il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

La Notte degli Oscar dell’Interact Club

 

Giovanna Naddeo

Splendida serata all’insegna della danza, del canto e della recitazione per celebrare i film che hanno segnato la storia del cinema mondiale.

Anche quest’anno si è tenuta la magnifica Serata dell’arte organizzata dall’Interact Club di Salerno, sezione giovanile del Rotary Club.

Tema scelto per l’appuntamento di quest’anno: La Notte degli Oscar.

Lo scorso 15 febbraio, presso il Grand Hotel Salerno, i giovanissimi membri dell’associazione si sono esibiti in sketch, canzoni, monologhi e balli tratti dai film vincitori di premi Oscar: da “Il grande dittatore“ (diretto ed interpretato da Charlie Chaplin, con cinque candidature al premio Oscar nel 1941) a “Matrimonio all’italiana” (regia di Vittorio de Sica, Premio Oscar, Miglior film straniero, 1966) a “Chicago” (regia di Rob Marshall, vincitore di 6 premi Oscar) e tante, tante altre pellicole.

“ E’ sempre una soddisfazione riuscire a conciliare quello che ci riesce meglio, divertire e divertirci insieme, con qualcosa di utile e proficuo” ha affermato il Presidente dell’Interact Club, Gloria Marino.

I ragazzi, infatti, hanno portato sulla scena i propri talenti, le proprie capacità per una giusta causa: l’intero ricavato della serata sarà devoluto completamente in beneficenza.

Bravissimi questi ragazzi che con impegno e dedizione, divertendosi e facendo divertire gli altri, hanno fatto del bene al prossimo nell’ambito di una grande serata all’insegna dell’arte e della storia del cinema.

1 Commento

  1. Sono perfettamente d’accordo. Vedere tanti giovani dedicarsi – e sudare! – per una causa benefica, esponendosi ciascuno al giudizio del pubblico e mettendo in campo tante e diverse forme d’arte è una cosa che davvero ti riconcilia con il mondo. Tutti bravissimi, organizzatori e artisti. Avanti così!

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.