il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

RECU-libri, ecco il nuovo servizio per recuperare libri usati, destinati alla polvere


La edazione

POLLA- Parte un nuovo servizio nel Vallo di Diano. Si chiama Reculibri e l’intento è quello di recuperare libri destinati alla polvere degli scaffali o, ancora peggio, alla spazzatura.

Il servizio – Ideato dall’associazione no profit “Voltapagina”, il servizio si basa su una pratica diffusa nelle grandi città e ha lo scopo di recuperare libri ancora in buono stato da famiglie, privati cittadini, associazioni e istituzioni che per cause varie devono disfarsene, destinandoli purtroppo al macero. Una volta recuperati e dopo un’accurata selezione, i libri saranno reimmessi nel circuito della lettura, attraverso varie iniziative (mercatini, campagne di donazione, etc. etc), con cui l’associazione sosterrà i costi per il servizio e per ulteriori iniziative finalizzate a favorire la lettura tra i cittadini.

Prima donazione – Il servizio RECU-libri ha gi la sua attività, grazie alla donazione di oltre cento libri da parte degli Eredi del Cancelliere Tranquillino Fusco di Sala Consilina (libri nella foto).
Cosa fare – Per richiedere il servizio di recupero libri basta inviare una mail a infovoltapagina@gmail.com oppure telefonare al 348 863 1185 o al 3471405113 e ancora contattarci sulla pagina facebook Associazione Voltapagina (Polla).

Voltapagina è un’associazione noprofit – L’Associazione culturale Voltapagina, basata sul valore della solidarietà sociale, è finalizzata a diffondere l’interesse per la cultura in tutte le sue espressioni, con particolare attenzione alla lettura, pratica per la quale l’Italia, e in particolare il Meridione, si colloca agli ultimi posti nella classifica dei Paesi dell’UE. È un’associazione di volontariato e dunque no-profit. Il nome Voltapagina è intenzionalmente un richiamo alla lettura come occasione di crescita, ma anche di “rinnovamento”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.